@KTH

Grazie alle bucce di arancia gli scienziati hanno realizzato un legno trasparente e rinnovabile al 100%

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Gli agrumi non smettono mai di sorprenderci. Usando gli scarti della filiera agrumicola, infatti, è stato realizzato un legno trasparente e rinnovabile al 100%. Il nuovo materiale è stato messo a punto da un team di ricercatori svedesi. In realtà, l’invenzione del legno trasparente risale al 2016 e ha rappresentato una vera rivoluzione nel campo dell’edilizia in quanto questo materiale riesce a far passare la luce naturale e permette di immagazzinare energia termica. Ma fino ad ora gli scienziati usavano polimeri a base di fossili. Adesso, però, i ricercatori della KTH Royal Institute of Technology hanno testato con successo un’alternativa ecologica: il limonene acrilato, che rende il legno più traslucido.

Dagli scarti degli agrumi una nuova preziosa risorsa

“Il nuovo acrilato di limonene è ottenuto da agrumi rinnovabili, come le bucce d’arancia che possono essere riciclati dall’industria che produce succhi d’arancia” spiega la ricercatrice Céline Montanari, autrice principale del nuovo studio pubblicato sulla rivista Advanced Science

Con gli scarti derivanti dalla produzione di succo d’arancia viene quindi realizzato uno speciale polimero che conferisce forza al legno e lascia passare ancora meglio la luce. E per farlo non viene usato nessun solvente. Inoltre, tutte le sostanze impiegate derivano da materie prime naturali. 

“L’acrilato di limonene offre una trasmissione ottica del 90% con uno spessore di 1,2 mm e riduce del 30% l’opacità” – spiegano i ricercatori  – “A differenza di altri compositi di legno trasparenti sviluppati negli ultimi cinque anni, l’innovativo materiale sviluppato è destinato all’uso strutturale” ed è anche straordinariamente resistente.

“Abbiamo esaminato dove va la luce e cosa succede quando colpisce la cellulosa”– aggiunge il professor Lars  Berglund del KTH – “Parte della luce passa direttamente attraverso il legno e rende il materiale trasparente, mentre la luce restante viene rifratta e diffusa attraverso diverse angolazioni”.

limonene

@Advanced Science

La sostenibilità è sempre stata una priorità per il gruppo di ricerca del KTH Royal Institute of Technology, che si dice molto soddisfatto del risultato ottenuto. 

“La sostituzione dei polimeri a base fossile è stata una delle sfide che abbiamo dovuto affrontare per creare legno trasparente sostenibile

Ma come potrà essere impiegato questo nuovo legno trasparente e sostenibile? La gamma delle applicazioni è ancora inesplorata. Tuttavia, gli scienziati hanno in mente di usarlo per costruire finestre innovative e nell’ambito delle nanotecnologie del legno. 

Fonte: KTH/Advanced Science

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Media, comunicazione digitale e giornalismo all'Università La Sapienza, ha collaborato con Le guide di Repubblica e con alcune testate siciliane. Per la rivista Sicilia e Donna si è occupata principalmente di cultura e interviste. Appassionata da sempre al mondo del benessere e del bio, dal 2020 scrive per GreenMe
Seguici su Instagram
Seguici su Facebook