Fotovoltaico organico: creata carta da parati riciclabile che produce energia

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

E se la carta da parati o gli oggetti di arredamento potessero produrre elettricità? Avere energia pulita nelle proprie abitazioni sarebbe ancora più facile. Una possibilità resa un po’ più vicina da un team di scienziati finlandesi che ha ideato una speciale “foglia” realizzata con materiali organici da poter usare sia all’interno che all’esterno delle case, in grado di trasformare la luce del sole in energia elettrica.

Gli scienziati del VTT Technical Research Centre hanno già sviluppato il prototipo di un albero che raccoglie l’energia solare dall’ambiente e la trasforma in energia per alimentare piccoli dispositivi come telefoni cellulari, deumidificatori, termometri e lampadine a LED.

A guardarlo, il prototipo ricorda un piccolo albero con tanto di foglie decorate. Esse sono in realtà dei pannelli fotovoltaici flessibili realizzati attraverso un semplice processo di stampa. Le foglie formano un sistema elettronico completo di cablaggio che conduce l’energia in un convertitore che a sua volta fornisce energia elettrica ai dispositivi. Il tronco invece è realizzato con la stampa 3D sfruttando biomateriali a base di legno, appositamente sviluppati da VTT.

alberovtt

Ma cosa c’entra la carta da parati? Il sistema di base è lo stesso. IL VTT infatti ha sviluppato e utilizzato un metodo di produzione di massa basato sulle tecnologie di stampa per la produzione di pannelli fotovoltaici organici decorativi.

Il nuovo metodo consente infatti di creare elementi di interior design. I pannelli possono, ad esempio, essere posti sulle finestre e sulle pareti di casa ma anche sulle macchine e sui cartelloni pubblicitari.

Il pannello solare prodotto dal VTT è spesso solo circa 0,2 mm e al suo interno racchiude anche gli elettrodi e gli strati di polimeri in cui viene raccolta la luce.

fogliafotov

I ricercatori hanno testato la fattibilità del metodo stampando celle fotovoltaiche a forma di foglia. La superficie attiva di una di esse è 0,0144 m2. Duecento foglie coprono un metro quadrato di superficie. Il risultato? 3,2 ampere di energia elettrica con 10,4 watt di potenza a latitudini mediterranee.

I pannelli solari sono stati prodotto con macchine basate su metodi di stampa convenzionali utilizzando il metodo roll-to-roll, che consente la rapida produzione di massa dei prodotti: ogni macchina può produrre fino a 100 metri di pellicola stratificata al minuto.

I vantaggi? La produzione è conveniente, il consumo di materiale è basso, e dopo l’uso, i pannelli possono essere riciclati.

Francesca Mancuso

Foto: VTT

LEGGI anche:

Accendi quel muro! Carta da parati e vernici per pareti luminose come il sole

Sun-Believable: in arrivo la vernice fotovoltaica

Fotovoltaico trasparente per produrre energia dalle finestre

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista specializzata in Editoria, Comunicazione Multimediale e Giornalismo. Nel 2011 ha vinto il Premio Caro Direttore e nel 2013 ha vinto il premio Giornalisti nell’Erba grazie all’intervista a Luca Parmitano.
Fairtrade

Le settimane Fairtrade del commercio equo e solidale: compra etico e scopri online l’impatto dei tuoi acquisti

Misura

“A Misura di verde”: al via il progetto che pianterà oltre 13mila alberi in Italia per combattere i cambiamenti climatici

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Terranova integratori

Come rafforzare il sistema immunitario prima dell’inverno

Famas

Arriva la fibra di basalto per un isolamento performante

Cristalfarma
Seguici su Instagram
seguici su Facebook