Ecocitta’: il quartiere eco-sostenibile dall’aria industriale abbandonata

ecocitta

Laddove prima esisteva un’area industriale abbandonata, sorgerà un quartiere eco-sostenibile, con 10mila metri quadrati di verde pubblico e una piazza di 5.000 mq con in aggiunta piste ciclabili e parcheggi. Siamo a Porto Potenza Picena (Macerata) dove, domani, 20 settembre sarà inaugurato il primo appartamento di Ecocittà, nato al posto delle fabbriche in abbandono dell’ex Ceramica.

Dopo Caserta, Roma e Londra, domani anche a Macerata si potrà finalmente vedere da vicino il primo appartamento, pensato e realizzato all’insegna della sostenibilità. Il progetto, partito nel 2012, prevede la costruzione di circa 500 unità abitative, di cui circa 150 in edilizia convenzionata, 10.000 mq di verde, servizi e spazi commerciali, la piazza di 5.000 mq, piste ciclabili e parcheggi. È già pronto anche il supermercato.

Cos’è Ecocittà? Un vero e proprio quartiere creato ad hoc per pensare in maniera diversa alla vita in un centro urbano. Ecocittà è realizzata con elevati standard di efficienza energetica, “secondo una pratica costruttiva al passo con i nuovi interventi che si stanno eseguendo in Europa” spigano gli ideatori. Inoltre, comprende abitazioni alla portata di tutti, puntando soprattutto alla riduzione de consumi e al risparmio energetico.

Come saranno alimentati gli appartamenti? Primeggia il fotovoltaico, che produrrà l’energia elettrica, mentre il solare termico garantirà il riscaldamento degli ambienti e l’acqua calda, grazie ad un sistema centralizzato. Ma vi sono altri accorgimenti tecnici per evitare dispersioni di calore: dai materiali impiegati per un isolamento ottimale all’eliminazione dei ponti termici. Ciò garantirà, secondo i suoi ideatori, un utilizzo responsabile dell’energia oltre a un notevole risparmio nelle spese di gestione dell’appartamento.

Ecocittà prima e dopo

All’inaugurazione saranno presenti il sindaco di Potenza Picena, Sergio Paolucci, il rappresentante di Ecocittà Management, Guy Bertolozzi, e il presidente di Generale Costruzioni, Costantino Sarnari.

Per realizzare Ecocittà è stato previsto un investimento da 100 milioni di euro, finanziato dal Fondo Immobiliare Ecocittà, costituito da investitori italiani e stranieri. Olytre aui vantaggi a favore dell’ambiente, l’iniziativa ha anche notevoli risvolti occupazionali, generando un indotto significativo sul territorio.

“Siamo particolarmente orgogliosi di essere stati scelti da realtà internazionali per un progetto così imponente e di alto profilo qualitativo – commenta Costantino Sarnari, presidente di Generale Costruzioni -; opere del genere ridanno fiducia e vitalità al comparto dell’edilizia e al suo indotto, in un momento di particolare sofferenza per il settore”.

Francesca Mancuso

Foto: Ecocittà

LEGGI anche:

LOW2NO: come si costruisce un quartiere sostenibile

Il quartiere eco-sostenibile di Caserta

CAT MED: a Roma i quartieri sostenibili del Mediterraneo

 

Seat

Auto a metano, il self service darà una nuova spinta?

Yves Rocher

Premio Terre de Femmes e l’impegno di Yves Rocher nella tutela dell’ambiente

Sei su Instagram?

Le nostre foto +belle, le notizie che +ami, il tuo giornale sempre con te!

Germinal Bio

10 idee da mettere dentro il cestino da picnic e accontentare tutti

corsi pagamento

seguici su facebook