Il castello realizzato con i rifiuti da una coppia di coniugi russi

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Un castello realizzato con i rifiuti. Nonostante la loro età, i pensionati Alexey e Valentina Krivov, una coppia che vive alla periferia di Artyom, in Russia, credono ancora nelle favole. E nel valore del riciclo creativo. Per questo hanno trascorso gli ultimi 17 anni della loro vita a trasformare la loro casa in un perfetto castello da fiaba, utilizzando solo materiali trovati per strada e in una discarica nelle vicinanze.

Alexey e Valentina non volevano invecchiare in un’anonima casa grigia e, dal momento che non potevano permettersi di acquistare un castello tutto loro, hanno deciso di trasformare la loro abitazione in una dimora degna di un principe e ci una principessa. Alexey ha lavorato nell’edilizia per la maggior parte della sua vita e questo gli ha dato la possibilità di essere il caposquadra del suo progetto personale, mentre Valentina, che aveva esperienza come decoratrice e stuccatrice, si è occupata dei dettagli.

home-made-castle2-600x488

home-made-castle3-600x413

Hanno iniziato a lavorare alla loro meraviglia architettonica nel 1995, recuperando qualsiasi materiale di cui avevano bisogno dai rifiuti. Man mano che il loro castello cominciava a prendere forma, i loro vicini hanno iniziato a notarlo e hanno deciso di aiutare i coniugi Krivovs in qualsiasi modo possibile. 16 anni dopo, il loro castello era pronto, con un bel cortile rivestito con piastrelle colorate e le tradizionali colonne in stile russo.

home-made-castle4-600x399

home-made-castle5-560x800

Di certo non ha l’aspetto di qualcosa costruito raccattando materiale dall’immondizia. Ma, secondo quanto raccontano Alexey e Valentina Krivov, tutto, dai mattoni ai raccordi, dai cavi alle piastrelle decorative, è stato recuperato proprio da lì, o donato dai loro vicini. E siccome volevano condividere il loro castello anche con i loro animali domestici, le cupole e le torri della struttura sono diventate le cucce preferite di 14 gatti e 3 cani.

Roberta Ragni

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Caporedattore di greenMe. Dopo una laurea e un master in traduzione, diventa giornalista ambientale. Ha vinto il premio giornalistico “Lidia Giordani”, autrice di “Mettici lo zampino. Tanti progetti fai da te per rendere felici i tuoi amici a 4 zampe” edito per Gribaudo - Feltrinelli Editore nel 2015.
Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Misura

In arrivo più di 13mila nuovi alberi in Italia, dai calanchi di Matera all’agricoltura urbana di Milano

Miomojo

Le borse vegan tutte italiane realizzate con “pelle di cactus” e scarti delle mele

Naturale Bio

Tè matcha per restare in forma: come introdurlo nella propria dieta

Orto d’Autore

Come scegliere una marmellata buona e di qualità

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook