L’uomo talpa che ha impiegato 10 anni per costruire la sua casa sotterranea

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Manuel Barrantes, affettuosamente conosciuto come ‘El Hombre Topo’, ovvero l’uomo talpa, o anche come ‘uomo delle caverne’, ha trascorso gli ultimi 10 anni della sua vita a costruire una casa sotterranea.

Il sessantaduenne della Costa Rica ha fatto tutto a mano, utilizzando solo pale e picconi come attrezzi. Adesso utilizza il suo ‘grande tunnel’ come residenza e museo, accogliendo i turisti e insegnando ai bambini l’archeologia e la geografia.

La casa sotterranea si trova a Perez Zeledon. Popolarmente conosciuta come ‘Topolandia’, l’abitazione unica è dotata di oltre 400 metri quadrati di gallerie. Le pareti ei corridoi delle grotte sono adornate con una serie di sculture intagliate a mano di tartarughe, dinosauri e perfino personaggi televisivi come i Flintstones.

topolandia2

topolandia7

Il più grande tunnel all’interno della casa misura almeno 16 metri di profondità, con un comodo salotto per accogliere i visitatori. Ci sono, poi, camere da letto con letti di pietra, ben nove finestre per l’aria fresca, sale conferenze, pozzi con acqua cristallina, bagni e docce.

topolandia3

topolandia5

L’intera area è alimentata dall’energia elettrica. C’è anche un telefono fisso per le comunicazioni. Topolandia, infine, è completamente isolata dal caldo e dal freddo, in maniera naturale.

È questa la dimora che Barrantes ha scelto per sé stesso, per sua moglie e le loro figlie, che ha voluto proteggere dal riscaldamento globale, dalle piogge acide e da calamità come i terremoti. L’ispirazione? È venuta durante i numerosi viaggi in Europa e Sud America per lavorare come minatore e imparare varie tecniche di scavo.

Anche se “Topolandia” è abbastanza grande, Barrantes non ha intenzione di smettere. Vuole scavare, spiega scherzando, fino a trovare la strada per arrivare in Cina!

Roberta Ragni

Foto Credit

Leggi anche:

“Casa do Penedo”: la casa di pietra in stile Flinstone

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Caporedattore di greenMe. Dopo una laurea e un master in traduzione, diventa giornalista ambientale. Ha vinto il premio giornalistico “Lidia Giordani”, autrice di “Mettici lo zampino. Tanti progetti fai da te per rendere felici i tuoi amici a 4 zampe” edito per Gribaudo - Feltrinelli Editore nel 2015.
Orto d’Autore

Come scegliere una marmellata buona e di qualità

Miomojo

Le borse vegan tutte italiane realizzate con “pelle di cactus” e scarti delle mele

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Misura

In arrivo più di 13mila nuovi alberi in Italia, dai calanchi di Matera all’agricoltura urbana di Milano

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook