La biblioteca sostenibile e off-grid per portare i libri nelle zone più povere (FOTO e VIDEO)

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Iin un villaggio remoto della Tanzania, alle pendici del monte Kilimangiaro, è sorta una biblioteca sostenibile, efficiente ed off-grid, dedicata ai bambini e ai ragazzi delle scuole della zona. Con questa struttura, realizzata applicando e aggiornando tecniche edilizie tradizionali e utilizzando solo risorse reperibili in loco, si vuole offrire ai piccoli la possibilità di un’istruzione dignitosa, in un contesto che rispetti sia l’ambiente che la cultura locale.

Costruita con un budget di soli 5.400 dollari (meno di 5.000 euro) su iniziativa della ONG Excel Education Foundation e su progetto dell’architetto Patricia Erimescu, la Biblioteca dei Bambini di Njoro (Njoro Children’s Library) permette ai 408 allievi della locale scuola elementare e agli studenti di altre tre scuole della zona di avere uno spazio protetto e confortevole in cui leggere e studiare. I giovani studenti hanno così accesso gratuitamente a dei libri che non avrebbero la possibilità di acquistare: un modo per diffondere alfabetizzazione e istruzione tra la popolazione dell’area, contribuendo ad offrire prospettive di vita migliori alle nuove generazioni e a spezzare il circolo della povertà.

La costruzione della biblioteca, realizzata prevalentemente in terra cruda e mattoni cotti, ha coinvolto attivamente tutto il villaggio e la posizione dell’edificio è stata scelta con cura insieme agli insegnanti e alle autorità locali. La costruzione è avvenuta utilizzando e perfezionando i metodi di costruzione tradizionali, senza impiegare strumenti elettrici e sfruttando materie prime presenti nella zona, oltre che materiali provenienti dal riciclo.

biblioteca 002

biblioteca 003

biblioteca 005

biblioteca 007

biblioteca 006

La pianta della biblioteca è ispirata alla tradizionale casa dei Masai, uno dei gruppi etnici della zona, e tutte le soluzioni edilizie impiegate – dalla parete “forata” all’allestimento di un giardino esterno con piante di banana – sono state studiate per sfruttare al meglio ventilazione e illuminazione naturale e per consentire di mantenere l’ambiente interno il più possibile fresco e “naturalmente climatizzato” nel corso dei mesi più caldi dell’anno.

biblioteca 008

Il risultato è un edificio che si integra perfettamente nell’ambiente circostante, che rispetta le tradizioni locali e che permetterà ai piccoli studenti di leggere e imparare in tutti i mesi dell’anno.

Lisa Vagnozzi

Photo Credits: Patricia Erimescu

LEGGI anche

frecciaScuola solare autosufficiente: bolletta elettrica da 1 dollaro

frecciaI mattoni del futuro saranno ecologici, economici e… neri (VIDEO)

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
eBay

Pulizie di primavera: fai ordine in casa e nell’armadio vendendo online quello che non usi

Speciale Fukushima 10 anni

11 marzo 2011. 10 anni fa il terribile disastro di Fukushima, una lezione che non deve essere dimenticata

Foodspring

Colazione proteica vegan per chi la mattina ha il tempo contato

NaturaleBio

ebay

Seguici su Instagram
seguici su Facebook