La biblioteca degli alberi che sorgerà a Milano vicino al bosco verticale

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Ci saranno oltre 90mila piante e 45mila bulbi, tutti racchiusi in 9,5 ettari che diventeranno la biblioteca degli alberi, un luogo innovativo dove ci saranno un raccordo urbano, un campus culturale e un giardino botanico.

La biblioteca degli alberi di Porta Nuova, che già nel suo nome racchiude qualcosa di magico, sorgerà a Milano, sarà il terzo parco più grande del centro di Milano e verrà inaugurato in ottobre per dare il tempo alle piante di crescere. Come dicevamo il parco sarà un mix tra raccordo urbano, campus culturale e giardino botanico a due passi dal bosco verticale.

Tutti i percorsi si intrecceranno tra loro e di contorno ci saranno alberi e foreste circolari. E ancora tetti verdi sopra edifici culturali, educativi, sociali e commerciali. Il parco che si trova tra la Stazione di Porta Garibaldi e la Stazione Centrale sarà il cuore pulsante di una città in continua evoluzione.

La biblioteca degli alberi è, infatti, un modo nuovo di concepire un parco pubblico che diventa una versione moderna del giardino botanico. I sentieri con alberi diversi daranno vita a un polmone verde suddiviso in tre zone principali: la più ampia, fra Melchiorre Gioia, Via Pirelli e Via de Castillia; la seconda sull’area di copertura del parcheggio sotterraneo di Piazza Luigi Einaudi; la terza lungo la fascia rettilinea che costeggia Viale della Liberazione fino a Piazza San Gioachimo e il suo sagrato.

biblioteca alberi

Il progetto dello studio olandese Inside Outside|Petra Blaisse di Amsterdam con la collaborazione dello Studio Giorgetta di Milano, reinterpreta in chiave moderna l’idea del “giardino romantico”, con la sua importante collezione di alberi, la vegetazione ricca e variegata e un’ampia gamma di spazi utilizzabili con funzioni diverse.

biblioteca alberi1
biblioteca alberi3
biblioteca alberi4

Troveremo i percorsi lineari e i campi irregolari, le foreste circolari e tanto altro. Nella vegetazione siepi, arbusti, rampicanti, piante acquatiche e piante ornamentali dei giardini progettati da Petra Blaisse e da Piet Oudolf.

Il parco Biblioteca degli Alberi, anello di congiunzione fra gli spazi pubblici, le infrastrutture, le architetture verticali e orizzontali dei quartieri circostanti, creerà un’area pedonale e 5km di piste ciclabili.

Altri polmoni verdi in città:

Dominella Trunfio

Foto

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista professionista, laureata in Scienze Politiche con master in Comunicazione politica, per Greenme si occupa principalmente di tematiche sociali e diritti degli animali.
ABenergie

Come scegliere e valutare il tuo gestore di energia luce e gas. Scarica la guida

ECS

Ripartire in green: come alberghi e strutture ricettive possono rilanciarsi investendo sul turismo verde

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook