L’asilo ecosostenibile e antisismico a forma di balena di Pinocchio

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Sarà stato per la forma così creativa e originale oppure perché alla sicurezza sismica unisce il basso impatto ambientale, fatto sta che il Nido d’infanzia di Guastalla, in provincia di Reggio Emilia, inaugurato lo scorso 19 settembre, si è aggiudicato il premio Speciale Sterminata Bellezza indetto da Legambiente.

Firmato dallo studio MCA – Mario Cucinella Architects, il nido ha sostituito i due comunali precedenti – il Pollicino e la Rondine – danneggiati dal terremoto del maggio 2012, ricreando un edificio ispirato alla balena di Pinocchio.

In via Rosario c’è oggi un asilo in cui 120 bambini tra zero e 3 anni, possono giocare e sbizzarrirsi in tutta tranquillità perché, i materiali sono naturali o riciclati e tutta la struttura portante è costituita da telai di legno che garantiscono l’isolamento termico.

ek0a4650

ek0a4689

L’unione tra il noto architetto Cucinella e Rubner Holzbau che, ha curato l’originale parte strutturale dell’edificio, ha quindi avuto come risultato un asilo ad alto contenuto tecnologico con sistemi all’avanguardia per il recupero dell’acqua piovana e a efficienza energetica grazie, all’installazione di pannelli fotovoltaici. Senza dimenticare però, che sempre di un asilo si tratta.

È qui l’idea geniale di creare la forma della balena protagonista delle avventure del burattino Pinocchio. Lungo i corridoi si trovano perciò aree gioco, slarghi, nicchie da esplorare, un percorso che accompagna i più piccoli stimolandoli nella creatività e curiosità. Una sorta di tana dove muovere i primi passi verso la crescita, assolvendo così anche alla funzione pedagogica.

L’asilo è formato da molti elementi verticali in legno che riprendono la sinuosità degli alberi cosicché al bambino sembra di entrare in una foresta incantata. Le ampie vetrate permettono poi un gioco di luci quasi fiabesco, i colori trasmettono energia mostrando come è possibile unire la funzionalità alla bellezza e alla natura circostante.

ek0a4786

ek0a4736

All’esterno c’è un percorso sensoriale, che abbraccia la struttura senza soffocarla e determina spazi protetti per le attività dei bimbi, degli educatori e dei genitori. Il tutto a forma di un piccolo animale fantasioso da bosco che rappresenta il cucciolo che vive all’interno di una comunità: cresce, impara e scopre cose nuove come i piccoli ospiti di questo asilo.

Dominella Trunfio

Photo credit

LEGGI anche:

Un asilo a forma di gatto: un posto adorabile per giocare e imparare (FOTO)

L’asilo nel bosco: il nido che educa i bambini all’aria aperta

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista professionista, laureata in Scienze Politiche con master in Comunicazione politica, per Greenme si occupa principalmente di tematiche sociali e diritti degli animali.
Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Orto d’Autore

Come scegliere una marmellata buona e di qualità

Misura

“A Misura di verde”: al via il progetto che pianterà oltre 13mila alberi in Italia per combattere i cambiamenti climatici

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook