cattedrale_sotterranea_03_2.jpg

 Spazi imponenti ricavati nel cuore di una montagna e decorati con sculture e bassorilievi fatti a mano, utilizzando strumenti semplici: stiamo parlando delle cappelle e delle gallerie sotterranee realizzate nel deserto del New Mexico da Ra Paulette, un uomo comune che ha lasciato tutto per vivere una vita di meditazione e silenzio, a contatto con la natura.

Ra Paulette viveva in Indiana, negli Stati Uniti, sulle sponde del lago Michigan, e conduceva una vita che potremmo definire "normale e ordinaria". Negli anni Ottanta, dopo aver perso il lavoro ed essere passato attraverso una serie di impieghi a bassa retribuzione, decide di lasciare la sua casa e la sua città per trasferirsi nel New Mexico, a condurre una vita di solitudine e meditazione, lontano dal rumore e dalla frenesia del mondo.

cattedrale sotterranea 08

LEGGI anche: La suggestiva Cattedrale di Realmonte scolpita all'interno della miniera di sale

Ed è proprio qui, nel deserto, che inizia la sua straordinaria avventura artistica: da autodidatta, armato di scalpello, costanza e pazienza, Paulette comincia a scavare delle cave nella roccia, trascorrendo le sue giornate a realizzare e ad adornare dei piccoli spazi dedicati alla meditazione, come delle cappelle. Ben presto, il suo lavoro attira la curiosità di altre persone, tanto che alcune cave gli vengono commissionate.

LEGGI anche: La Cattedrale Vegetale di Lodi, una fusione tra arte e natura (FOTO)

cattedrale sotterranea 09
 
cattedrale sotterranea 03 1
 
cattedrale sotterranea 03 3
 
cattedrale sotterranea 03 4
 
cattedrale sotterranea 05
 
cattedrale sotterranea 06
 
cattedrale sotterranea 07
 
cattedrale sotterranea 10

E così, di piccola cappella in piccola cappella, dal 1985 ad oggi Paulette, artista timido e solitario, ha scavato e minuziosamente decorato uno spazio sotterraneo di oltre 8.400 mq di superficie, composto da diverse cave raccordate da ben quattordici gallerie. Una vera e propria cattedrale sotterranea, il cui valore è stimato in circa un milione di dollari, e che è soprattutto un luogo per raccogliersi a pensare e meditare, lontano dal fragore della quotidianità.

Oggi, a 67 anni, Paulette continua a vivere in solitudine e a dedicarsi con perseveranza e passione alla sua arte, nonostante l'attenzione mediatica suscitata dalle sue opere. La sua storia tanto singolare è stata raccontata nel 2014 nel documentario-cortometraggio Cavedigger, diretto da Jeffrey Karoff e che ha persino ottenuto una nomination all'Oscar.

Lisa Vagnozzi

Photo Credits

casa verde

Reale Mutua

La casa verde: pannelli solari e pozzi geotermici

greenMe su Instagram

Sei su Instagram?

Le nostre foto +belle, le notizie che +ami, il tuo giornale sempre con te!

dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
sai cosa compri
seguici su facebook
corsi greenme
whatsapp gratis
seguici su instagram