rhome-sde2014 cover

L'Italia è campione mondiale di sostenibilità. Altro che campionato di calcio. Il nostro paese si è aggiudicato il Mondiale dell'architettura sostenibile, il Solar Decathlon, che si è svolto a Versailles. Ad aver alzato la coppa del mondo è stata RhOME for denCity, la casa solare progettata e costruita dal Dipartimento di Architettura di Roma Tre.

Germania, Cile e Olanda questa volta sono rimaste dietro nonostante gli importanti gol messi a segno nelle 10 prove previste nel Solar Decathlon, l'Olimpiade dell'architettura sostenibile. RhOME è un edificio appositamente pensato per la riqualificazione delle aree abusive di Tor Fiscale a Roma.

Sono state dieci le prove a cui è stata sottoposta la casa ecologica, portata in treno in Francia e lì riassemblata: verifiche di costruzione e qualità architettonica, ingegneria, efficienza energetica, sostenibilità, design e trasportabilità, comunicazione e sensibilizzazione del pubblico. Promossa a pieni voti.

A far pendere la bilancia dei giudici a nostro favore è stato il fatto che RhOMe è stata pensata per produrre più energia di quanto ne consuma, per utilizzare strumenti di difesa passiva dalle temperature sia calde che fredde, per tenere sotto controllo la qualità dell'aria e per permettere sia funzioni di abitazione che di lavoro.

coppa solar

Un team formato da oltre 40 giovani, tra studenti e dottorandi, guidati da Chiara Tonelli, che ha commentato così la vittoria: “Quella di stanotte è anche la vittoria dell'Italia che sa produrre innovazione, creatività, impegno in un settore di punta. Ed è anche Il risultato di questi mesi di lavoro intenso, la summa della passione e perseveranza di tutta la squadra. Non abbiamo puntato a vincere le singole prove, ma soprattutto ad assicurare il reale funzionamento dell'abitazione, per farla diventare non un sogno ma una possibilità concreta: RhOME non nasce per rimanere su un foglio di carta, ma per costituire una vera alternativa in grado di far fronte alle sfide ambientali ed energetiche”.

Sistemi passivi, uso di materiali naturali e rinnovabili, riutilizzo e riciclo, ma anche pannelli fotovoltaici e sistemi ad alta efficienza per il raffrescamento e il riscaldamento. Tutto in un appartamento di 76 metri quadrati.

Non un progetto fine a se stesso ma una vera e propria casa facile da realizzare ma in grado di rispondere alle nuove necessità legate all'aumento della densità urbano, evitando gli sprechi energetici e cercando di curare piaghe come quelle dell'abusivismo e del degrado.

Clicca qui per conoscere il punteggio ottenuto da RhOME for denCity in ciascuna categoria

Francesca Mancuso

Foto: Rhomefordencity

LEGGI anche:

RHOME for denCity: la casa solare italiana arriva a Versaiiles...in treno!

Bioarchitettura: la biocasa mediterranea “Med in Italy” in finale a “Solar Decathlon Europe”

Pannelli solari refrigeranti: come raffreddare gli edifici con il sole senza elettricità

Tetti verdi più efficienti grazie ai sensori intelligenti di Sap Canada

Good Energy Award 2014: le imprese più virtuose in rinnovabili e risparmio energetico

I CORSI CHE TI FANNO STARE BENE!

Più di 100 corsi online su Alimentazione, Benessere, Psicologia, Rimedi naturali e Animali a partire da 5€. Test, attestati e la possibilità di vederli e rivederli quante volte vuoi!

dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
sai cosa compri
seguici su instagram
seguici su facebook
fai la cosa giusta

Dai blog