Recupero spazi urbani: a Londra il bagno pubblico abbandonato che diventa una casa

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Quando si tratta di recuperare nuovi spazi in città, i londinesi sanno dare il meglio. Dopo il caffè creato da una toilette vittoriana, anche l’architetto Laura Clark ha completamente rimesso a nuovo un vecchio bagno pubblico abbandonato, trasformandolo in una bella ed elegante casa privata.

L’ex toelette, che si trova sotto Crystal Palace Parade, fu scoperta dalla professionista nel 2005. Avendo appena completato una laurea presso la Glasgow School of Art, il giovane architetto era alla ricerca di una sfida unica. “Ho sempre amato l’idea di micro-rigenerazione. Per me significa tutelare siti con una storia interessante, ma che sono stati abbandonati e dimenticati“, ha raccontato al Telegraph.

Il suo piano iniziale era quello di trasformare i due ex gabinetti adiacenti (maschile e femminile) in un bar o in un cinema molto piccolo, per infondere nuova vita a una zona trascurata del paesaggio locale. Ma portare questo particolare sito in vita era quasi una causa persa e ci sono voluti due anni per stabilire chi era responsabile per loro, dal momento che si trovava sul confine di tre aree comunali. Eliminato questo ostacolo, la crisi economica alla fine del 2008 ha fatto sì che lo sviluppo in un locale commerciale non fosse più praticabile.

crystal2

Proprio mentre stava per stracciare il progetto, Clark si rese conto che poteva rielaborare i suoi disegni in un elegante appartamento dotato di una camera da letto, destando ancor più preoccupazioni sulla fattibilità del progetto a livello sanitario. Ci sono voluti molti mesi, durante i quali i livelli di luce sono stati monitorati e misurati ogni giorno, per convincere i pianificatori che lo spazio era abitabile. Alla fine l’immobile è stato ufficialmente messo in vendita e sono iniziati lavori.

crystal 3

I servizi igienici sono stati costruiti nel 1929 e erano stati in servizio fino al 1980. Oggi al loro posto una bellissima casa, con scaffalature snelle, una cucina moderna e un bagno color oro. Le piastrelle in cucina sono state recuperate dalla struttura originale, così come uno specchio posto nel soggiorno. E con humor tutto inglese, nella casa campeggia un piccolo manifesto con un avviso pubblico sui pericoli di contrarre malattie veneree in cucina.

Roberta Ragni

Photo credit

LEGGI anche:

A Londra un caffe’ da ex toilette vittoriana

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Caporedattore di greenMe. Dopo una laurea e un master in traduzione, diventa giornalista ambientale. Ha vinto il premio giornalistico “Lidia Giordani”, autrice di “Mettici lo zampino. Tanti progetti fai da te per rendere felici i tuoi amici a 4 zampe” edito per Gribaudo - Feltrinelli Editore nel 2015.
Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Fairtrade

Le settimane Fairtrade del commercio equo e solidale: compra etico e scopri online l’impatto dei tuoi acquisti

Misura

“A Misura di verde”: al via il progetto che pianterà oltre 13mila alberi in Italia per combattere i cambiamenti climatici

Famas

Arriva la fibra di basalto per un isolamento performante

Terranova integratori

Come rafforzare il sistema immunitario prima dell’inverno

Cristalfarma
Seguici su Instagram
seguici su Facebook