Pannelli per porte blindate: quando la sicurezza diventa green!

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Arredare la casa con stile, senza rinunciare ad una protezione ottimale contro il pericolo di furti e rapine, è un compito tutt’altro che facile ma, se a ciò si aggiunge l’esigenza di utilizzare soltanto prodotti e materiali green, le cose si complicano ulteriormente.

Per venire incontro ad una clientela sempre più attenta al tema dell’ambiente, molte aziende hanno scelto di creare nuovi prodotti ecosostenibili, realizzati con materie prime a basso impatto ambientale o, meglio ancora, con materiali riciclati e/o di origine naturale.

Un esempio? I nuovi pannelli per porte blindate in HDF e MDF, una soluzione che permette di personalizzare l’aspetto degli infissi di sicurezza, in modo tale che si adattino allo stile di arredamento della casa, ma che, al tempo stesso, è amica della natura e dell’ambiente.

Ma cosa sono i pannelli in HDF e MDF? Per illustrarvi le interessanti caratteristiche di questi prodotti, abbiamo deciso di rivolgerci a EFM Legno, azienda leader nel settore della lavorazione del legno, che da anni realizza pannelli per porte blindate.

Quali sono i vantaggi di un rivestimento in HDF o in MDF? Scopriamoli insieme.

I rivestimenti per porte blindate in HDF sono realizzati con piccoli pezzi di legno, derivanti principalmente da scarti di lavorazione, che vengono compattati e incollati con resine naturali o, comunque, con collanti privi di sostanze potenzialmente tossiche o nocive.

Il risultato è un pannello estremamente compatto e resistente, che può essere facilmente lavorato e, soprattutto, personalizzato. La superficie liscia, infatti, permette di creare finiture naturali (ad esempio, effetto legno) o monocolore, ma anche fantasie e disegni particolari.

I rivestimenti in HDF sono molto performanti: questo materiale, difatti, è in grado di sopportare l’umidità, il calore, le intemperie, senza subire danni né alterazioni. Dunque, questi prodotti sono perfetti per proteggere le porte blindate che si aprono direttamente su luoghi esterni.

Anche i pannelli in MDF rispondono ai migliori requisiti in termini di ecosostenibilità, resistenza e sicurezza: realizzati con fibre di legno assemblate e compattate tra loro, sono ecologici e privi di colle (o altre sostanze) dannose per la salute dell’uomo e per l’ambiente.

I rivestimenti per porte blindate in MDF sono idrorepellenti e, rispetto ai ‘cugini’ in HDF, presentano anche ottime doti di isolamento termico e acustico, contribuendo ad accrescere il comfort all’interno della casa e a proteggere gli infissi dalle infiltrazioni di umidità.

Inoltre, quest’ultima tipologia, si presta molto bene alla tecnica della pantografatura: i pannelli pantografati sono una delle novità più interessanti di questo settore, in quanto offrono il giusto equilibrio tra elevate prestazioni e ricerca di uno stile raffinato.

Il metodo della pantografatura permette, infatti, di realizzare disegni, decorazioni astratte, fantasie geometriche o a tema green, come ad esempio fiori e piante, sulla superficie, lasciando ampio spazio alla personalizzazione del prodotto da parte dell’acquirente.

Altre idee per rendere il design ancora più originale e accattivante? Inserire applicazioni e decori in metallo, vetro fuso o in acciaio, come quelli che riprendono lo stile dei portoni antichi o che, al contrario, strizzano l’occhio a forme più semplici e contemporanee.

Non dimentichiamo, poi, che l’utilizzo di rivestimenti isolanti non solo sulle pareti, ma anche sugli infissi classici e blindati, è un buon modo per mantenere stabile la temperatura interna, evitando la dispersione di calore e, dunque, limitando i consumi per il riscaldamento.

Nelle zone soggette a forti piogge e nelle località di mare, è maggiormente consigliato l’utilizzo di un altro materiale: il multistrato marino, anch’esso realizzato incollando piccoli pezzi di legno, sotto forma di lamelle molto sottili, derivanti dalla corteccia degli alberi.

Il multistrato marino è ancora più resistente all’acqua e, proprio come il MDF, può essere decorato con il metodo della pantografatura. Ecco perché i pannelli per porte blindate esterne realizzate con questo materiale offrono prestazioni e standard elevatissimi.

Ma qual è il motivo per applicare un pannello di rivestimento sulla porta blindata?

In realtà, le ragioni di questa scelta possono essere molteplici: dal bisogno di proteggere gli infissi dai danni provocati dalle intemperie, isolando al tempo stesso l’interno dell’edificio, alla voglia di abitare in una casa arredata con gusto e in maniera coerente, con accostamenti cromatici ben studiati e un utilizzo intelligente dei materiali, delle forme e degli spazi.

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Schär

Quando il senza glutine incontra il biologico: nasce la linea Schär BIO

Quercetti

Questi giocattoli sono riciclabili e organici: stimolano la fantasia e insegnano a rispettare l’ambiente

Cristalfarma
Seguici su Instagram
seguici su Facebook