montieri

Case a 1 euro: sembra impossibile, ma non lo è grazie ad un progetto che si sta diffondendo sempre più in molti comuni italiani. Ecco quali e come partecipare.

Il progetto Case a 1 euro ha come obiettivo quello di contrastare lo spopolamento e di rilanciare alcuni paesini che sembrano destinati a diventare fantasma.

Per questo gli immobili acquistati possono essere trasformati in hotel, b&b o ostelli di ospitalità diffusa. In Sardegna, ad esempio, è già stata acquistata la prima casa. E’ ad Ollolai, in provincia di Nuoro al centro del Parco nazionale del Golfo di Orosei.

Forse per questo motivo in tantissimi hanno cercato di acquistare l’immobile tramite bando. Il prossimo scade il 10 febbraio.

case a un euro

Case a 1 euro: Come funziona?

Come si legge sul sito Case a 1 euro le case sono di proprietà di privati che vogliono disfarsene: parliamo di immobili fatiscenti o pericolanti che necessitano di grandi ristrutturazioni.
Quindi come diciamo spesso, non è tutto oro quello che luccica e prima di trovarvi a pagare somme ingenti, calcolate bene le spese da sostenere.

Gli immobili vengono ceduti in donazione ai Comuni che tramite procedura pubblica vendono alla cifra simbolica di 1 euro. In altri casi sono le amministrazioni comunali che si fanno garanti per i proprietari di tali immobili. Naturalmente ci sono degli impegni che chi acquista con progetto Case a 1 Euro, che deve garantire:

  • Prevedere un progetto di ristrutturazione e rivalutazione della stessa entro 365 giorni dall’acquisto (all’incirca 20-25mila euro).
  • Sostenere le spese notarili per la registrazione, le volture e l’accatastamento.
  • Due mesi di tempo per far partire i lavori nel momento in cui si hanno tutti i permessi.
  • A garanzia della sicurezza dell’acquisto da parte del compratore il Comune chiede di stipulare una polizza fideiussoria di 5mila euro della durata di tre anni cha a scadenza viene poi rimborsata.

Dove posso acquistare una casa a 1 euro?

Dalla Sardegna alla Toscana, dall’Abruzzo al Piemonte. Sono tanti i borghi che hanno bisogno di essere ripopolati. Ogni comune attiva il proprio bando, attualmente quelli attivi sono a Patrica (in provincia di Frosinone, nel Lazio), Lecce de Marsi (in provincia de L’Aquila in Abruzzo), Fabbriche di Vergemolì (in provincia di Lucca) e Montieri (in provincia di Grosseto) in Toscana, Carrera Ligure (in provincia di Alessandria) in Piemonte e molti altri ancora.

Per visionare i bandi clicca qui o visita i siti dei comuni interessati

Dominella Trunfio

maschera lavera 320

Lavera

Come preparare la pelle del viso all’estate in 5 mosse

riso gallo

Riso Gallo

Riso Gallo Aroma: profumo esotico e sapore mediterraneo

dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
sai cosa compri
seguici su facebook
corsi greenme
whatsapp gratis
seguici su instagram