DryAluFloor

Il tema della tutela ambientale e del clima è una delle sfide del XXI secolo che coinvolge, in una società civile, sia la politica sia la coscienza del singolo e viene affrontata attraverso la messa a punto di un programma che metta insieme tutela del clima e rispetto per l’ambiente in una gestione sostenibile.

Questa strategia si basa sull’incremento dell’efficienza energetica, sulla corretta gestione delle risorse, sul crescente utilizzo di energie rinnovabili e la rigenerazione di materie prime. Viene così sostenuto lo sviluppo di soluzioni energetiche e impiantistiche sia a livello di offerta sia a livello di domanda, là dove l’energia viene consumata. In questo contesto, il crescente successo che l’impianto di riscaldamento e raffrescamento a pavimento sta ottenendo a livello mondiale è logico e meritato.

Sistemi di calcolo moderni, tecniche costruttive collaudate, materiali innovativi e migliorate condizioni di isolamento termico degli edifici sono i presupposti che hanno consentito una crescita inarrestabile di questa soluzione impiantistica. In particolare, la distribuzione dell’aria riscaldata nell’ambiente è uniforme, il calore irradiato dal pavimento trasmette energia alle pareti riducendo lo scambio termico con le persone che occupano il locale.

La gamma dei sistemi di riscaldamento a pavimento offre specifici componenti per realizzare, in modo semplice e veloce, impianti durevoli, affidabili e dal comfort ottimale. Durante l’inverno la bassa temperatura dell’acqua di alimentazione dell’impianto esalta i rendimenti delle caldaie a condensazione e le prestazioni delle pompe di calore, consentendo importanti riduzioni dei consumi di combustibile.

Durante l’estate, la temperatura dell’acqua si mantiene tra i 15 °C ed i 20 °C; in questo modo si riducono notevolmente gli assorbimenti elettrici dei chiller, che risulteranno di taglia inferiore rispetto a quelli utilizzati negli impianti a ventilconvettori. Il nuovo sistema di riscaldamento/raffrescamento a pavimento a secco rappresenta la soluzione ideale per le installazioni che richiedono minimi spessori, peso ridotto sui solai, velocità di messa a regime dell’impianto.

EsempioInstallazioneDryAluFloor

Infatti, Dry Alu Floor è stato sviluppato per installazioni con sistema di posa a secco, senza massetto, applicabile sopra pavimentazioni esistenti o sottofondi perfettamente planari. Disponibile in due diversi spessori (30 e 40 mm totali) risulta particolarmente adatto per interventi di ristrutturazione edilizia.

Lo strato di ripartizione del carico e di distribuzione del calore, viene realizzato per questo sistema attraverso una doppia copertura di lastre in acciaio zincato. I pavimenti possono essere posati immediatamente dopo la prova di collaudo, con un risparmio di circa 30 giorni rispetto ai sistemi tradizionali.

Il nuovo sistema di riscaldamento/raffrescamento a pavimento a secco è conforme al tipo B (impianti con tubi sotto lo strato di supporto) come indicato nella norma UNI EN 1264-1. I pannelli Dry Alu Floor, sono prodotti in conformità alla norma UNI EN 13163 (isolanti termici per edilizia - prodotti in polistirene espanso ottenuti in fabbrica) e certificati come da Regolamento (UE) N. 305/2011. Sui pannelli e sulle etichette degli imballi è riportata la marcatura CE.

maschera lavera 320

Lavera

Come preparare la pelle del viso all’estate in 5 mosse

greenMe su Instagram

Sei su Instagram?

Le nostre foto +belle, le notizie che +ami, il tuo giornale sempre con te!

dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
21 giugno 300 x 90
sai cosa compri
seguici su facebook
corsi greenme
whatsapp gratis
seguici su instagram