malnutrizione femminile

Siamo soliti ritenere che la malnutrizione sia un problema che riguarda solo i paesi più poveri del mondo ma spesso ci si dimentica che anche chi mangia male o troppo poco (ad esempio per seguire diete sbilanciate) è carente di nutrienti fondamentali per il benessere del corpo.

Si è parlato di malnutrizione, in particolare di quella che riguarda le donne, ad Expo dove l’esperto in nutrizione clinica, Andrea Pezzana, ha fatto chiarezza sulle varie fasi dell’evoluzione fisiologica della donna tutte potenzialmente a rischio carenze (per difetto) che possono portare al malfunzionamento degli organi, modifiche alla struttura del corpo e alla comparsa di malattie serie.

Si parte dall’adolescenza dove un rapporto sbagliato con il cibo e le ristrettezze alimentari possono sfociare in disturbi come anoressia e bulimia, passando poi all’età fertile periodo fondamentale secondo l’esperto per lavorare in prevenzione proprio attraverso un regime alimentare corretto:

“È in questa fase che si guadagna la salute per gli anni a venire, emerge qui un'esperienza di prevenzione per le patologie sensibili allo stile di vita, come le malattie cardiovascolari, i tumori e le malattie degenerative che hanno un picco nelle fasi successive, ed è per questo importante una costante attività fisica” ha dichiarato Pezzana.

Si arriva poi ad un momento cruciale per le donne, quello della gravidanza. Se bisogna stare attenti a come nutriamo il nostro corpo ogni giorno, questo è ancor più fondamentale se dentro di noi c’è qualcun altro che deve svilupparsi al meglio, crescere e dipende in tutto e per tutto dalle nostre scelte.

Mangiare bene in gravidanza è fondamentale ma sembra che questo concetto non sia ancora ben chiaro dato che la malnutrizione in questo periodo così delicato è abbastanza diffusa. Ciò sarebbe da imputare al fatto che le donne seguono una dieta scorretta e spesso fai da te pur di limitare al minimo l’aumento di peso.

Ovviamente la gravidanza non è un periodo in cui si dovrebbero fare diete, così come è un falso mito quello che bisogna mangiare per due. In allattamento invece è importante bere molto, per evitare carenze di liquidi.

Le donne vivono poi un periodo pre-menopausa dove è bene agire per evitare carenze di calcio e vitamina D. L’alimentazione è sempre un tassello fondamentale (un buon consiglio è ad esempio quello di limitare molto il sale) ma in questa fase, secondo l’esperto, lo è ancora di più l’attività fisica. Anche delle semplici camminate vanno bene purché siano una sana abitudine quotidiana.

La terza età vive una condizione di malnutrizione per difetto a causa dell’invecchiamento fisiologico del corpo. È qui che si raccolgono però i frutti delle abitudini e dello stile di vita che si è tenuto nei periodi precedenti della propria vita. Importante che gli anziani non vengano lasciati soli e se hanno problemi a fare la spesa o a cucinare siano aiutati. La malnutrizione infatti può essere anche una triste conseguenza dell’isolamento sociale.

Francesca Biagioli

Leggi anche:

UNICEF ALL’EXPO: C’È MENO MALNUTRIZIONE, MA ANCORA TROPPI BAMBINI SOFFRONO LA FAME

EXPO: 10 REGOLE PER UNA SANA ALIMENTAZIONE IN GRAVIDANZA

monge

Monge

20 cose che il tuo cane e gatto non dovrebbero mai mangiare

plt energy

PLT puregreen

I vantaggi di scegliere un operatore di energia da fonti rinnovabili

Ultimi articoli

dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga

In evidenza

Informarsi