cascinaUn progetto sostenibile sul futuro di Milano. In vista dell'Expo 2015, ieri è stato presentato il progetto "Cascine Expo 2015", volto al recupero e allo sviluppo delle cascine milanesi.

In particolare, l'obiettivo dell'iniziativa è quello far rivivere le cascine delle città e i terreni dei dintorni, sia recuperandole che ristrutturandole attribuendo loro nuove funzioni, tra cui l'agricoltura, l'ospitalità e altre fome di accoglienza sociale. Ma non solo. Nel progetto è prevista anche la creazione di mercati a chilometri zero, di orti urbani, di "laboratori del gusto", di foresterie, come già avviene al Parco Lambro.


L'inventario delle cascine, realizzato dal Comune, dal Politecnico e del Centro studi Piano intercomunale milanese, mostra ben 59 cascine di proprietà del Comune, di cui 18 sono diroccate. Attualmente il progetto prevede la messa al bando entro il mese di gennaio della Cascina Molino San Gregorio al Parco Lambro e della Cascina San Bernardo a Chiaravalle, a cui il Comune di Milano contribuirà con circa 8 milioni di euro. Successivamente toccherà al Parco delle Cave e ad altre 5 cascine. Ma, come assicura il sindaco Letizia Moratti, entro il 2015 tutto il patrimonio sarà recuperato.

La Moratti si è dichiarata entusiasta dell'iniziativa: "Sono felice di presentare un progetto nato molti anni fa, quando ho pensato di candidare Milano all'Expo 2015 e a come poter valorizzare la nostra città. L'agricoltura urbana e periurbana è molto coerente con le caratteristiche del nostro territorio e con il tema dell'Esposizione universale, legata al problema della carenza di cibo e a quello dell'educazione alimentare. Da qui è nata l'idea di dare vita a un progetto per lo sviluppo delle cascine milanesi, lasciando intatta la loro identità agricola".

Francesca Mancuso


Ultimi articoli

dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga

In evidenza

Informarsi