ritenzione idrica 

Rimedi naturali per la ritenzione idrica- Sono numerose le donne che lamentano di soffrire di ritenzione idrica, un disturbo che spesso si accompagna alla comparsa della cellulite. Le regole di base per contrastare la formazione della ritenzione idrica, anche nel caso in cui essa sia già presente, consistono nello svolgere un'attività fisica regolare e nel seguire un'alimentazione che preveda un'ingente consumo di frutta e verdura e che limiti dolciumi e snack confezionati poco salutari. Oltre a bere almeno 2 litri di acqua al giorno, possibilmente la mattina.

Il fenomeno spesso comporta, oltre alla ritenzione di liquidi, un accumulo di tossine che l'organismo non si rivela in grado di eliminare in tempi brevi, per via di problemi che possono essere legati sia alla circolazione sanguigna che linfatica.

In alcune donne il problema della ritenzione idrica si acuisce nei momenti del ciclo interessati da un innalzamento del livello degli estrogeni. Con l'aiuto del medico e dell'erborista sarà possibile individuare i rimedi naturali più adatti per alleviare i disturbi legati ad essa. Eccone alcuni.

1) Succo di mirtillo

succo mirtillo

Se la ritenzione idrica è legata a problemi di circolazione, che non è in grado di funzionare a dovere per una completa ed efficace eliminazione delle tossine, è bene arricchire la propria alimentazione con del succo di mirtillo puro, adatto ad agire positivamente sulle funzionalità dei capillari. Al succo di mirtillo possono essere abbinati il consumo degli stessi frutti da cui esso è ricavato e l'impiego di integratori fitoterapici a base di estratto di mirtillo, da scegliere su suggerimento del medico e dell'erborista.

2) Alimentazione iposodica

sale

In alcuni casi la ritenzione idrica può essere causata da un'alimentazione eccessivamente ricca di sodio per via dell'utilizzo smodato del comune sale da cucina o per la consuetudine di consumare snack salati in maniera troppo frequente. Si potrebbe dunque provare ad eliminare per un po' la saliera dalla tavola da pranzo e a ridurre la quantità di sale utilizzato durante la cottura delle pietanze. Esso verrà sostituito dall'impiego di spezie e di erbe aromatiche. E' inoltre consigliabile diminuire il consumo di zucchero e di dolci confezionati in generale, oltre che di alimenti dall'eccessivo contenuto di grassi saturi.

3) Foglie di betulla

Le foglie di betulla vengono utilizzate per la preparazione di infusi, spremute, estratti, oli da massaggio e rimedi fitoterapici adatti a combattere la ritenzione idrica nel caso essa sia legata ad eccessi alimentari, come il consumo di alimenti troppo grassi o salati, oppure a problemi di circolazione.

L'estratto di betulla è un rimedio ottenuto dalla macerazione alcolica delle foglie e, come la spremuta di betulla, può essere preparato dall'erborista.

L'infuso invece può essere preparato autonomamente versando in una scodella colma d'acqua bollente due cucchiai di foglie di betulla essiccate e filtrando successivamente.

4) Gambo d'ananas

Il gambo d'ananas è ritenuto un'eccellente aiuto naturale per combattere la ritenzione idrica. Esso viene utilizzato per la preparazione di integratori fitoterapici in capsule, estratti in polvere o tinture madri. E' considerato adatto a contrastare il problema della ritenzione idrica per via delle sue proprietà amtiedematose, che facilitano cioè il drenaggio dei liquidi, favorendo inoltre la circolazione, anche nel caso in cui si tema il pericolo di formazione di coaguli di sangue, e l'eliminazione delle tossine accumulate dall'organismo.

5) Tarassaco

tarassaco

Il tarassaco rappresenta il rimedio ideale per chi soffre di problemi di ritenzione idrica e desidera aiutare il proprio organismo a depurarsi. Con foglie e radici di tarassaco acquistabili in erboristeria, o da raccogliere in zone collocate lontano dal traffico e da lasciare essiccare, può essere preparato un infuso diuretico da consumare alla mattina o alla sera secondo le indicazioni fornite dall'erborista o dal medico.

L'estratto di tarassaco si trova inoltre in vendita in forma liquida o di compresse fitoterapiche, la cui assunzione potrebbe variare a seconda dell'entità del problema.

Marta Albè

Leggi anche:

- Rimedi naturali per le gambe gonfie

- Rimedi naturali per la cellulite alga-free

Commenti   

 
jojò
0 #2 jojò 2014-07-11 15:18
Bellissimo articolo. Penso che alimentazione e movimento siano alla base di tante malattie che possono essere sconfitte. Non trascurerei le emozioni in quanto in diversi studi che ho letto l'influenza di ciò che incameri come paure, rabbie, rancori e tanto altro possano incidere fortemente nel trattenere e quindi creare situazioni organiche di malattia. D'altronde non posso pensare che una persona che soffre di obesità mangi solo tanto. Avrà disturbi fisici in relazione a ciò che vive o che ha vissuto..
Per quello che mi riguarda, come ho scritto in diverse recensioni, ho trovato un enorme beneficio utilizzando il sale. Ho fatto bagni di acqua e sale con una prescrizione di un professionista sanitario ed ho utilizzato un prodotto a base salina di nome Physiosal. Queste due cose assieme mi hanno procurato un beneficio che nessuna altra cosa aveva fatto. Ora le mie gambe mi piacciono e non sento la loro pesantezza. Ho modificato anche alimentazione e modo di essere e di vivere in relazione agli altri. Non trattengo più....
Citazione | Segnala all'amministratore
 
 
Pamela
+2 #1 Pamela 2012-11-22 00:36
un'altro frutto naturale e' il liquido del cocco verde. frutto tropicale che ora si puo' comprare anche in italia ma in comodi tetrapak. Lo bevo molto volentieri mentre lavoro o dopo una corsetta al parco. E' un'acqua molto dissetante e ricaricabile. A milano lo trovate nei negozi superpolo.
Citazione | Segnala all'amministratore
 

Cerca

Social

Questo lo faccio io!