cellulite-rimedi

Il rimedio anticellulite per eccellenza che la natura ci regala, si sa, è l’alga: stimola il metabolismo, accelera le funzioni linfatiche, drena. Non tutte, però, possiamo permetterci il lusso di adoperarla, soprattutto se soffriamo di tiroide.

Per fortuna esistono tantissimi rimedi alga-free che permettono anche a noi di poter combattere efficacemente gli inestetismi della cellulite, dalla fitoterapia, ai massaggi fino ad arrivare a fanghi e scrub fatti in casa.

Ricordando che la cellulite è  una vera malattia ci sono alcune piante che possono aiutarci a combatterla dall’interno.

Tra le più famose piante officinali che svolgono questa funzione abbiamo l’estratto secco d’ananas, antinfiammatorio e diuretico, la betulla, in decotto o estratto secco, con effetto drenante ed anti edema (quegli odiosi cuscinetti di liquido che si formano sulle caviglie) e la centella, che, in estratto secco o infuso, combatte la cellulite irrobustendo i vasi sanguigni e contrastando l’insufficienza venosa, combattendo in questo modo anche il fenomeno delle gambe pesanti. Nelle meno conosciute ci sono la papaya, che, assunto in opercoli, oltre a drenare evita l’assimilazione di sostanze inutili al nostro organismo in modo da evitare l’accumulo d’adipe, il marrubbio, che svolge un importante azione drenante se assunto tramite infuso, la potente pilosella, in infuso o in estratto idroalcolico, svolge un’azione altamente diuretica ed anti edema  e la spirea Olmaria, che in infuso è un potente alleato contro la ritenzione idrica.

In aiuto per combattere la pelle a buccia d’arancia arrivano anche i gemmoderivati, gocce e opercoli ottenuti dalle lavorazioni dei germogli. Le posologie e le associazioni  variano a seconda del vostro problema e le quantità sono a discrezione dell’erborista, ma per questo increscioso problema i rimedi saranno sempre a base di carpino bianco (una sottospecie di betulla), di frassino e di ribes nero.

Per la terapia esterna, alcuni oli essenziali, utilizzati come olio da massaggio, puro o diluito in olio vegetale, sulla zona interessata, ci evitano i papponi chimici che dermatologi senza scrupoli ciprescrivono, con la scusa che non ci sia nient’altro che non contenga alghe.

Tra i più efficaci, quello d’edera si usa per le celluliti con sintomi dolorosi e non va usata per più  di una settimana consecutiva, dato il suo alto tasso di acidità; quello di cedro per stimolare la circolazione linfatica e quello di cipresso nel caso di cellulite con presenza di vene varicose.

Gli scrub per livellare la pelle con cellulite sono importantissimi, ed il più efficace si può facilmente preparare in casa miscelando 400gr di caffè (il più economico che trovate), 100gr di sale da cucina e dell’olio fino ad ottenerne una “crema”. Alla prima applicazione la pelle sarà più liscia e morbida, mentre dopo un paio di settimane i risultati saranno già visibili.

Per i bagni, vale sempre il famoso ed intramontabile rimedio della nonna: 2kg di sale grosso in uuna decina di centimetri d’acqua per 2/3 volte alla settimana, avendo cura di sciacquarvi con getti d’acqua calda e fredda ad intermittenza orientando il getto dalle caviglie per farlo risalire fino alle cosce.

Come surrogato dei fanghi, invece, l’argilla verde (acquistabile in erboristeria o su internet) miscelata con caffè o cacao (100gr di polvere ogni 500gr di argilla) svolge lo stesso identico compito di quelli d’alga, senza però creare disturbo alle vostre terapie.

Dato il numero sempre maggiore di persone che non vogliono o non possono utilizzare l’alga per curarsi, sempre più erboristerie si stanno dotando di creme alla caffeina o alle staminali vegetali, ma non sono ancora riuscita a raccogliere tutti gli INCI di questi prodotti per verificare se effettivamente possano essere utilizzate o meno da soggetti con patologie tiroidee.

Vi aggiornerò non appena sarò  in grado di verificarne il contenuto.

A presto!

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo." target="_blank">Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Voto 0% (0 Voti)

Commenti   

frank
0 #5 frank 2012-07-26 17:59
GRAZIE!! quantomeno per il pensiero!!
cellulite+tiroidite è una brutta combinazione... e di coetanee 30enni sofferenti di tiroide ne incontro sempre più spesso :-S
Citazione | Segnala all'amministratore
Giulia
-1 #4 Giulia 2012-05-02 15:25
Se possibile, vorrei sapere la crema cadey staminaline anticellulite se contiene alghe. So che ce n'è una della stessa marca che le contiene, ma quella non mi pare. Vorrei conferma però...Grazie!
Citazione | Segnala all'amministratore
n
-1 #3 n 2012-05-02 11:46
Mi permetto di far notare a chi scrive che gli oli essenziali consigliati per il massaggio sono, se usati puri e in tali quantità quali sarebbero quelle necessarie, irritanti e tossici.
Nel caso stia per rispondermi di essere perfettamente a conoscenza di questo e di aver voluto intendere "oli essenziali diluiti in olio da massaggio" la invito a rileggere quel che scrive e a cercare di essere più chiara.
(neanche citare le fonti dalle quali ha reperito le informazioni sarebbe una brutta idea).
Citazione | Segnala all'amministratore
val
-1 #2 val 2012-05-01 23:37
La cellulite NON è una malattia!
è una malattia la cellulite intesa come infiammazione delle cellule (la cellulite infettiva) che NON è la cellulite estetica che intendiamo comunemente noi e che si intende in questo articolo!
Finché confondono le idee gli spot in tv per vendere ok, ma anche voi VI PREGO NO!
Citazione | Segnala all'amministratore
Lilly Sechi
-1 #1 Lilly Sechi 2012-03-07 11:36
Volevo sapere se è possibile utilizzare per lo scrub il caffè già usato o deve essere fresco??? Quante volte a settimana si dovrebbe fare? Grazie
Citazione | Segnala all'amministratore

Cerca

Social