toscani_longevi

Macché tibetani, macché armeni che mangiano lo yogurt: gli uomini  più longevi al mondo sarebbero proprio qui, in mezzo alla nostra Italia, e sarebbero gli uomini toscani, con la dieta mediterranea a base di olio "bono" e molti vegetali. Lo dice uno studio commissionato dalla Regione Toscana, secondo il quale gli uomini toscani avrebbero un'aspettativa d vita di 79, 6 anni, la più alta in assoluto.

Niente male anche le donne che, si sa, vivono di più degli uomini: la loro aspettativa di vita è di 84,7 anni, seconda solo a quella delle giapponesi (86 anni). Le aspettative di vita sarebbero aumentate nettamente negli ultimi quindici anni: nel 1995 l'età media era di 75, 7 per i maschi e 81,8 per le donne.

Segno che le condizioni materiali della Toscana sono migliorate ma la vita moderna non ha ancora intaccato certe abitudini e certi contesti sociali che, stando a quanto afferma lo studio, sarebbero un altro degli elementi (in grado di incidere almeno per il 60%) alla base della  aspettativa di vita dei toscani. Perché in Toscana è assai raro invecchiare da soli: non solo buon cibo ed abitudini sane, dunque, ma anche una fitta rete di assistenza, di associazionismo, società di mutuo soccorso e molti luoghi di ritrovo, come i circoli presenti in quasi tutti i borghi, anche i più piccoli e sperduti. 
E la diffusione della vita in piccoli borghi e città di medie dimensioni, lontane da caos ed inquinamento eccessivi, è un altro degli elementi che contribuiscono ad allungare la vita media dei toscani. Su 3.600.000 abitanti, infatti solo 800.000 vivono nelle macroaree urbane, come quella di Firenze. Il resto, invece, in città più piccole o paesi a ridosso della campagna.
Per saperne di più clicca qui
Andrea Marchetti

 

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Voto 0% (0 Voti)

Commenti   

doyle
0 #2 doyle 2011-04-15 21:40
sempre che sia vero, potremmo ed dovremmo farlo tutti a mio avviso, ma a che prezzo? visti i prezzi degli ortaggi che arrivano nei nostri mercatini, con evidenti scuse, leggasi Biologico, mi rendo conto che solo una certa fascia di acquirenti può permettersi tali lussi (spostamenti sul territorio per cercarli "a Km0" ma dalle città è sempre un problema - uso della macchina, poco ECO; prezzi inspiegabilemente più alti - ma se non ci sono intermediazioni possibile che siano più alti ancora?).
Ovvio pure che 1/2kg di carne sfama una famiglia di almeno 4 persone, 1kg di broccoli la metà forse e immagino pure che ci voglia una ragguardevole quantità di terra disponibile per coltivarla... ma questo è un altro problema
In conclusione sarebbe una cosa fantastica se non ci fosse lucro su questi alimenti una volta considerati poveri, dobbiamo tornare noi stessi a coltivare la terra per poter veramente innalzare il nostro stile di vita?
Citazione | Segnala all'amministratore
lolle
+1 #1 lolle 2011-04-13 17:36
Se è vero bisognerebbe capire come mai, visto che i toscani si abbuffano di insaccati e carni, altro che verdure :D
Citazione | Segnala all'amministratore

Cerca

Social