[Alt-Text]
Piu' informazioni su: libri Lampedusa condivisone bibliotehe

"Lampedusa non ha né una biblioteca né un negozio dove poter acquistare libri. Voi ci vivreste mai in una città dove non è possibile comprare dei libri? Io non credo!". Inizia così l'appello lanciato su Twitter dal sindaco di Lampedusa, Giusy Nicolini, per chiedere agli italiani di inviare sull'isola dei libri, anche usati.

"L'idea ci e' venuta qualche mese fa - spiega il sindaco all'Adnkronos - quante volte siamo costretti a recarci sulla terraferma per comprare un libro. Così ho pensato di lanciare un appello". Detto e fatto. In poche ore sono state già centinaia le adesioni su Twitter, dove continuano a proliferare i tweet che riportano l'hashtag #lampedusalegge, e tantissime le mail inviate al sindaco per chiedere come potere inviare i libri.

In molti chiedono un'agevolazione per poter inviare i libri senza dover pagare la spedizione. E allora c'è chi segnala il servizio "Paccoweb" di Poste Italiane, con ritiro a domicilio del pacco che non deve pesare più di 30kg e deve misurare complessivamente 150cm. "Si tratta di un paccocelere che arriva a destinazione in 4 giorni lavorativi al costo di 11,50€", scrive un utente. Soddisafatto il sindaco di tanto calore: "in poche ore ho ricevute tantissime mail di gente che chiede come potere inviare i libri. Non ci sentiamo più soli", dice Nicolini. Ma ora è importante fare in modo che questi libri a Lampedusa arrivino davvero.

 Quindi, se in giro per casa avete libri di qualsiasi genere che non leggete o avete già letto, e di cui volete sbarazzarvi, aderire all'iniziativa è semplicissimo: "recuperate i vostri libri e spediteli al seguente indirizzo: GIUSI NICOLINI SINDACO Donazione dei libri per la prossima apertura della Biblioteca Ibby di Lampedusa VIA CAMERONI, 92010 LAMPEDUSA (AG)", si legge nell'appello. D'altronde, è o non è l'era della sharing economy, o economia della condivisione? Facciamo leggere anche chi non ha libri!

Roberta Ragni

LEGGI anche:

Lampedusa: il piano di rilancio dell'isola per un turismo sostenibile

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Voto 0% (0 Voti)

Commenti   

 
Laura
0 #2 Laura 2013-07-31 07:47
Esiste anche il " piego libri": è una tiariffa agevolatissima, ma bisogna chiedere all'ufficio postale perchè non c'è una tabella on line, e il pacco deve avere un lato apribile per ispezione postale.
Citazione | Segnala all'amministratore
 
 
Annanda
0 #1 Annanda 2013-07-31 00:52
Per spedire i libri, se pochi, segnalo il servizio "piego di libri" di poste italiane: 1,28€ per spedire fino a due chili di libri. Attenzione, NON è un servizio solo per case editrici, loro hanno la tariffa ageolata, ma anche i privati possono spedire. Io l'ho fatto mille volte e così anche molti bookcorsari e venditori su ebay ecc. Cercate con google la pagina di poste italiane relativa al servizio per maggiori info.
Citazione | Segnala all'amministratore
 

Cerca

Social

Questo lo faccio io!