Internet

WildLeaks, il wikileaks dei crimini ambientali

  • Scritto da Roberta Ragni

wildleaks

Un gruppo di organizzazioni ambientaliste si sono riunite per lanciare WildLeaks, la prima piattaforma mondiale online per le segnalazioni anonime legate ai crimini ambientali contro la fauna e la flora selvatica.

Sochi 2014: un doodle arcobaleno per la Carta Olimpica e i diritti gay

  • Scritto da Roberta Ragni

gay2

Carta Olimpica e diritti gay. È così che Google ha voluto accogliere, appena scattata la mezzanotte del 7 febbraio a Sochi, l'apertura dei Giochi Olimpici invernali 2014, creando un doodle arcobaleno come condanna delle discriminazioni perpetrate dalle legge russa approvata a giugno.

Google omaggia Dian Fossey, la signora dei gorilla (VIDEO)

  • Scritto da Roberta Ragni

doodle gorilla

Avete riconosciuto la dedica del Doodle di Google di oggi? A essere stata immortalata sulla homepage di Google è Dian Fossey, conosciuta come "la signora dei gorilla", che oggi avrebbe festeggiato il suo 82imo compleanno.

Etnx: il primo social network che dà valore alla riconoscenza

  • Scritto da Marta Albè

etnx

E' online Etnx, il primo social network che dà valore alla riconoscenza. Si tratta di un portale libero e gratuito che vuole favorire lo scambio di cortesie, prodotti e servizi. Non si utilizza denaro, ma un'unità di misura del tutto nuova: l'etnx, o "electronic thanks", un vero e proprio grazie elettronico.

Commercio illegale di specie in via d'estinzione: il primo codice di regolamentazione per internet

  • Scritto da Roberta Ragni

accordo cfs2

Tutti uniti contro il commercio illegale degli animali e delle piante in via d'estinzione su internet. Il Corpo forestale dello Stato, eBay Annunci e Subito.it, i due più noti siti di annunci in lingua italiana, che da soli raggruppano il 90% del mercato delle inserzioni on-line, hanno siglato questa mattina un protocollo d'intesa per tutelare da eventuali truffe via web gli inconsapevoli acquirenti o gli inserzionisti da truffatori e venditori illegali che, nell'anonimato, cercano di aggirare le regole della CITES.