ViVigreen

Sono Viviana Valentini, ambientalista, ambientologa, comunicatrice ambientale, social media qualcosa, varie ed eventuali. 

Emergenza smog in città: Torino, Milano, Roma

photo 1415594445260 63e18261587e

Emergenza smog: ci risiamo. Puntualissima, torna ogni autunno all’attenzione della cronaca, quest’anno ulteriormente aggravata dall’assenza di piogge ristoratrici. Altrettanto puntuali tornano i “provvedimenti magici” adottati dai sindaci per cercare di tamponare l’emergenza, perché di questo si tratta, palliativi per tamponare l’emergenza. Lo sappiamo oramai tutti che, senza un piano a lungo termine che intervenga a monte sulle cause, che passi per il ripensamento della mobilità urbana e dei mezzi stessi di trasporto, gli interventi spot come i blocchi temporanei delle auto non servono a molto.

Eppure, anche nel pensare a queste soluzioni di emergenza, c’è chi propone qualcosa di buono, qualcosa che può comunque stimolare i cittadini verso un cambiamento di abitudini, e chi invece ripropone le solite vecchie soluzioni, inutili.

Continua a leggere

March4me: marciamo per il clima per chi non lo può fare

march4me

 

Marcerai questo fine settimana per il clima? Vuoi marciare anche per chi non può farlo? Guarda questo sito: www.march4me.org

Mi spiego meglio.

Dopo gli attacchi terroristici del 13 novembre a Parigi, le autorità hanno deciso, per ovvi motivi di sicurezza, di non consentire dimostrazioni e cortei in Francia in occasione dell'imminente Summit mondiale sul Clima. Ma la società civile vuole comunque far sentire la sua voce, e lo farà il 28 e 29 novembre in tutto il mondo con marce che si svolgeranno in molte città del pianeta (in Italia l'appuntamento è domenica 29 a Roma).

Continua a leggere

Io non rischio: cosa fare in caso di terremoto (e altri rischi ambientali)

Tempera2009

Sai cosa fare in caso di terremoto? Io per molto tempo ho pensato di saperlo. Alle scuole elementari mi avevano spiegato tutto: che l'Italia è un paese sismico ma che la mia regione di fatto non lo era (la Lombardia, cosa smentita dai fatti anni dopo), che dovevo proteggermi sotto lo stipite di una porta, che dovevo poi uscire di casa con cautela e aspettare in luoghi aperti. Questo per farla breve.

Poi è arrivato il terremoto de L'Aquila del 2009, e tutte le mie certezze sono andate a quel paese.

Continua a leggere

Car sharing (a Roma): da provare!

b2ap3_thumbnail_Esordio_carsharing.PNG

Mi sono finalmente abbonata al car sharing, e l'ho anche messo alla prova. Il mio giudizio? Fatelo, fatelo subito.

Continua a leggere

28 anni dopo, Chernobyl è sempre lì

 

b2ap3_thumbnail_Chernobylreactor_2.jpg

 

28 anni fa esplodeva la centrale nucleare di Chernobyl. Ricordo ancora le paure di quel periodo. È una ricorrenza che non credo mi passerà mai di mente, e non dovrebbe mai essere dimenticata. Il nucleare è qualcosa di invisibile e persistente, per qualcuno addirittura “sicuro”, e il rischio che si pensi che sia tutto risolto c'è, mentre invece non è così.

 

Che cosa sta succedendo a Chernobyl oggi?

Continua a leggere

Scoprire le discariche abusive nella Terra dei Fuochi

smoke-226606 640

Terra dei fuochi, se ne parla tanto e male, ma forse non ci rendiamo davvero conto di quello che succede da quelle parti. Eppure di storie di rifiuti tossici interrati e di roghi illegali ne abbiamo sentito parlare in molti modi: dalle denunce di Legambiente con il Rapporto Ecomafia, al film Gomorra (più che il libro), alla giusta disperazione della gente che vive da quelle parti.

Continua a leggere

Graffiti urbani: le "foglie" sul semaforo

Semaforo Eolico

Una volta si usava appiccicare adesivi o dipingere sulla luce verde del semaforo in modo che, all'accensione, apparisse una foglia di marijuana. Qualche sera fa invece, nel centro di Roma, ho visto un semaforo decorato in un modo particolare, e ho scattato una foto. Sembrano sempre foglioline, ma sono in realtà delle pale eoliche.

Continua a leggere

Lo skateboard e la mobilità urbana (originale)

b2ap3_thumbnail_skateboard-101781_1280.jpg

Qualche giorno fa, mentre aspettavo l'autobus, mi è passato davanti un giovane che sfrecciava a bordo di uno skateboard sulla carreggiata della strada. Ho pensato, ingenuamente, "bello!" riconducendo la cosa alla crescente cultura (ed esigenza) di una mobilità nuova e alla diffusione mezzi di trasporto sostenibili in città. Ho subito pensato a un nuovo movimento di "mobilità originale"che rivalutasse non solo la bici ma tutto ciò che è a ruota e ci possa portare da un punto A a un punto B senza inquinare. Ma poi mi sono resa conto che lo skateboard non è un oggetto nuovo, possibile che nessuno abbia mai pensato di usarlo in città non come attrezzo per fare sport ma come mezzo di trasporto? Troppo audace? Troppo pericoloso? Insomma, mi sono trovata in uno di quei dubbi che di solito si trasformano in “lo sanno tutti tranne me”.  

Continua a leggere

Un palazzo mangia smog

b2ap3_thumbnail_TorreEspecialidades.jpg

 

Un palazzo che riduce l'inquinamento atmosferico? No, non stiamo parlando di edifici a basso impatto ambientale, ma di un palazzo acchiappa smog, che l'inquinamento lo assorbe e lo elimina, un po' come gli assorbiodori casalinghi per intenderci. E' quello rappresentato nella foto, più precisamente un'ala del nuovo ospedale di Città del Messico, e il trucco sta tutto in quelle strane cellette bianche che vedete come copertura.

Continua a leggere

Le citta' piu' intelligenti d'Europa

b2ap3_thumbnail_copenaghen_smart.jpg

 

Qualche tempo fa vi avevo proposto una classifica delle prime 10 smart cities del pianeta, stilata dalla rivista on line Co.Exist, lamentandomi della mancata vittoria della mia città europea preferita, ovvero Copenaghen. Forse mi hanno dato retta, perché poco dopo la stessa rivista ha rilanciato l'elenco delle dieci città europee più intelligenti, e indovinate chi c'è al primo posto? Esatto, proprio lei, la meravigliosa ed efficientissima capitale danese! (dopo il salto la classifica completa)

Continua a leggere