• Home
    Home Questo è dove potete trovare tutti i post del blog in tutto il sito.
  • Categorie
    Categorie Consente di visualizzare un elenco di categorie di questo blog.
  • Tags
    Tags Consente di visualizzare un elenco di tag che sono stati utilizzati nel blog.
  • Bloggers
    Bloggers Cerca il tuo blogger preferito da questo sito.
  • Team Blogs
    Team Blogs Trova il tuo blog collettivi preferiti qui.
  • Accesso
    Login Modulo Login

L'Iran invia un'altra scimmia nello spazio: cos'ha in mente?

b2ap3_thumbnail_Fargam.jpg

L'Iran non vuol sentirne di smetterla. Di recente, il paese ha inviato un'altra scimmia in orbita, per la seconda volta nel 2013. Fargam (in farsi “buon auspicio”) è il nome delle povera creatura che per fortuna è tornata sana e salva sulla Terra dopo aver raggiunto i 120 km di altezza. Ma perché l'Iran si ostina ad inviare animali nello spazio?

La riposta è presto trovata. Anzi, le risposte. In primo luogo, il paese sta cercando di portare avanti un proprio (aggressivo) programma spaziale. Prima di inviare l'uomo, dunque, ha bisogno di fare dei test sugli ignari animali.

L'ultima scimmia volata nei cieli è stata portata in alto dal razzo Pajonesh. La capsula in cui viaggiava è stata poi staccata in volto e paracadutata di nuovo a terra. La povera creatura era attesa dal tifo folle degli scienziati iraniani, ansiosi di conoscerne lo stato. “Il lancio di Pajohesh è un altro grande passo fatto dalla Repubblica islamica dell'Iran prima dell'invio dell'uomo nello spazio”, ha ammesso l'agenzia ufficiale Irna.

C'è puzza di bruciato. Nella missione del mese di gennaio, uno dei due pacchetti ufficiali di foto che immortalavano la scimmietta tornata dal viaggio in orbita mostrava in realtà un altro animale. Cosa ovviamente notata. Ciò ha sollevato una serie di interrogativi. Possibile che si sia trattato di un errore? O è stato un modo per coprire la morte della povera creatura e insieme il fallimento del lancio?

Ma è davvero tutto qui? A muovere l'Iran è “solo” la (discutibile) voglia di conoscenza e di esplorazione del cosmo? Le nazioni occidentali temono che il paese stia usando il programma spaziale come copertura per la ricerca sul nucleare. Senza contare che il paese non ha rivelato dove il lancio del razzo abbia avuto luogo, parlando solo di un grande complesso 200 km a est di Teheran.

Finora l'Iran ha sempre negato, parlando della messa in orbita di satelliti per monitorare le catastrofi naturali, migliorare le telecomunicazioni ed espandere la sorveglianza militare. Chissà...

Universo Green è anche su Facebook e su Twitter

Foto: Ria

LEGGI anche:

- Animali nello spazio: partiti oggi a bordo di un razzo russo ma al loro ritorno...

- L'Iran pronto a lanciare un'altra scimmia nello spazio

- E' salva la scimmia inviata nello spazio dall'Iran

 

Vota:
0
Sono giornalista pubblicista, Laureata in Lingue e informatica, specializzata in Editoria, comunicazione multimediale e giornalismo e in Letteratura Italiana. Le mie passioni? Scrivere e osservare il cielo. Il mio profilo su g+ è Francesca Mancuso
No post has been created yet.

Commenti

Lascia il tuo commento

Ospite 28 Luglio 2014

Cerca

Social