• Home
    Home Questo è dove potete trovare tutti i post del blog in tutto il sito.
  • Categorie
    Categorie Consente di visualizzare un elenco di categorie di questo blog.
  • Tags
    Tags Consente di visualizzare un elenco di tag che sono stati utilizzati nel blog.
  • Bloggers
    Bloggers Cerca il tuo blogger preferito da questo sito.
  • Team Blogs
    Team Blogs Trova il tuo blog collettivi preferiti qui.
  • Accesso
    Login Modulo Login

Rosa di Gorizia: sboccia la regina dell’inverno

rosa di gorizia radicchio

Rosa di Gorizia, ecco la regina dell’inverno. Non si tratta di un fiore, ma di una varietà pregiata di radicchio rosso. La sua coltivazione è tipica del Nord Est dell’Italia e avviene ormai da ben duecento anni. Le tecniche di coltivazione su piccola scala vengono tramandate di generazione in generazione.

I produttori locali custodiscono ogni segreto necessario alla produzione di un vero e proprio gioiello della biodiversità agro-alimentare italiana. La Rosa di Gorizia arricchisce i piatti tipici della cucina tradizionale del Friuli Venezia Giulia e punteggia i campi ancora ricoperti di brina durante la stagione fredda.

Coltivazione

La semina della Rosa di Gorizia avviene in tarda primavera o all’inizio dell’estate. Coincide con quella dei cereali e contribuisce ad evitare la crescita di erbe infestanti non desiderate. Gli agricoltori locali ne custodiscono gelosamente i semi e ognuno di loro conserva e tramanda i segreti per una coltivazione perfetta.

Ogni Rosa di Gorizia non sarà mai uguale alle altre, soprattutto per merito dell’estro degli agricoltori stessi. Questo speciale radicchio rosso resiste al freddo e alle condizione climatiche più rigide. Durante l’autunno le foglie esterne assumono una tonalità color melanzana e proteggono il cuore interno del radicchio. Il gelo le brucerà, ma tra la brina rimarranno delle fantastiche rose, che potranno essere raccolte in modo scalare e conservate al di sotto della paglia, per una migliore protezione.

rosa di gorizia

Proprietà benefiche

La Rosa di Gorizia è un radicchio che rientra nella grande famiglia delle cicorie. Le sostanze dal sapore amaro che questi vegetali contengono hanno proprietà depurative e diuretiche. Sono inoltre ricchi di ferro, calcio, antiossidanti, acido folico e vitamine. Contengono inoltre antociani, che aiutano a preservare il sistema cardiovascolare.

Cucina

Come gustare la Rosa di Gorizia? La tradizione e i ristoranti locali suggeriscono di gustarla cruda, appena tagliata, accompagnandola con patate lesse e fagioli, condendo il piatto con olio extravergine e qualche goccia di un buon aceto di vino. Non buttate la sua piccola radice: è ottima tagliata sottile e condita insieme all’insalata.

Per maggiori informazioni: www.rosadigorizia.com

Marta Albè

Fonte foto: rosadigorizia.com

Leggi anche:

Segui Radici su Twitter e Facebook.

Vota:
Piu' informazioni su: biodiversita' prodotti locali radicchio
Radici è un blog dedicato al mondo degli orti, all'agricoltura rispettosa dell'ambiente e alla riscoperta di un nuovo contatto con la natura. Coltivare un orto in modo naturale permette di avere a disposizione cibi sempre freschi e sani, a chilometri zero. E' il primo passo per un'economia alternativa, basata sul baratto, sull'autosufficienza e sulla creazione di nuovi legami sociali e di relazioni di aiuto reciproco.

Commenti

  • Ospite
    VALERIA GENESINI 17 Gennaio 2014

    BELLISSIMA E BUONISSIMA MA ANCORA TROPPO CARA"!!!!

    HO APPENA LETTO IL SITO DOPO AVER VISTO LA MAGNIFICA FOTO CHE AVETE PUBBLICATO. INTANTO 23 EURO PER UN KG DI RADICCHIO, PER QUANTO BELLO, DI QUESTI TEMPI E' DURA PAGARLI. SI CAPISCE IL LAVORO DURO, LA SELEZIONE DEL TIPO GIUSTO, TUTTE COSE GIUSTISSIME. MA SE VOGLIAMO RISALIRE INSIEME, DARE LA POSSIBILITA' DI COMPRARE, METTIAMO, UNA CASSETTA A PREZZO DI COSTO, METTIAMO, 5KG, O 10. SI CONSERVA BENE, A COSTO RAGIONEVOLE, E COL PASSAPAROLA DI FB E TWITTER E A VOCE SI INCREMENTA BENE ANCHE UN RAGIONEVOLE AUMENTO DI PREZZO, RAGIONEVOLE"
    ADESSO COME ADESSO, CONFEZIONARE UN RADICCHIO, PER QUANTO SPECIALE, E BELLO, COME UNA SCATOLA DI FERRERO ROCHER, E' UN TANTINO ECCESSIVO. E NOI DI FERRARA COME DOVREMMO CONFEZIONARE LE NOSTRE ZUCCHE VIOLINO, L'AGLIO DI VOGHIERA, IL PAMPEPATO? COME SE FOSSERO DEI GIOIELLI DI BULGARI?

  • Ospite
    Goriziana 27 Gennaio 2014

    LA ROSA DI GORIZIA NON È PROPRIETÀ DI UN SINGOLO IMPRENDITORE

    LA ROSA DI GORIZIA NON È PROPRIETÀ DI UN SINGOLO IMPRENDITORE. È una tradizione centenaria portata avanti dalle famiglie contadine di Gorizia che da secoli ne tramandano la coltivazione. Poi è spuntato questo personaggio, che ha registrato il marchio, aperto il sito e fatto figurare questo meraviglioso ortaggio come una sua creazione. La cooperativa dei coltivatori si sta battendo contro questa privatizzazione, che è illegittima!!!!

Lascia il tuo commento

Ospite
Ospite 23 Ottobre 2014

Cerca

Social