[Alt-Text]
  • Home
    Home Questo è dove potete trovare tutti i post del blog in tutto il sito.
  • Categorie
    Categorie Consente di visualizzare un elenco di categorie di questo blog.
  • Tags
    Tags Consente di visualizzare un elenco di tag che sono stati utilizzati nel blog.
  • Bloggers
    Bloggers Cerca il tuo blogger preferito da questo sito.
  • Team Blogs
    Team Blogs Trova il tuo blog collettivi preferiti qui.
  • Accesso
    Login Modulo Login

Orti urbani: a Sassari orti sociali contro la crisi

b2ap3_thumbnail_orti-urbani-sassari.jpg

Gli orti urbani come antidoto alla crisi e alle emergenze sociali. Nasceranno a Sassari, come già avvenuto in diverse località italiane, dei nuovi orti che permetteranno il recupero di aree urbane abbandonate e l'integrazione dei soggetti in difficoltà. Il progetto è stato discusso negli scorsi giorni da parte dei consiglieri e degli assessori comunali.

L'orticoltura è una delle più antiche tradizioni della città di Sassari. Grazie al progetto "Orti Sociali" la coltivazione dell'orto in città potrà essere riscoperta e le aree urbane che ora versano in stato di abbandono verranno valorizzate. Si prevede di mettere a disposizione dei cittadini circa 6 ettari di campi incolti, che ora sono di proprietà del Comune.

La coltivazione degli orti urbani verrà affidata ai soggetti più deboli: cittadini di età superiore ai 65 anni e persone con difficoltà economiche o di inserimento sociale e lavorativo. Verranno inoltre coinvolte, se ne faranno richiesta, le scuole e le associazioni no profit. Per le scuole verrà preparato un bando pubblico di assegnazione degli orti urbani da utilizzare per progetti didattici. I 6 ettari disponibili verranno suddivisi in appezzamenti di 50 metri quadri ciascuno. Gli orti non potranno essere ceduti a terzi e dovranno essere coltivati direttamente dagli assegnatari.

Gli anziani ai quali sarà affidato uno degli orti urbani dovranno pagare al Comune di Sassari un canone annuale di 60 euro, che servirà per coprire le spese per l'elettricità e l'irrigazione. I frutti del raccolto degli orti non potranno essere destinati alla vendita. Serviranno al sostentamento delle famiglie che si occuperanno della loro coltivazione. Il regolamento ufficiale per gli orti sociali dovrebbe essere approvato nelle prossime settimane. La speranza è che simili iniziative possano diffondersi sempre più in Italia, in nome dell'integrazione sociale e del recupero delle aree coltivabili abbandonate.

Marta Albè

Fonte foto: gardencoach.com

Segui gli aggiornamenti del blog Radici su Facebook e Twitter.

Puoi contattarmi via e-mail all'indirizzo: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.">Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo..

Vota:
Piu' informazioni su: orti sociali orti urbani sardegna
Radici è un blog dedicato al mondo degli orti, all'agricoltura rispettosa dell'ambiente e alla riscoperta di un nuovo contatto con la natura. Coltivare un orto in modo naturale permette di avere a disposizione cibi sempre freschi e sani, a chilometri zero. E' il primo passo per un'economia alternativa, basata sul baratto, sull'autosufficienza e sulla creazione di nuovi legami sociali e di relazioni di aiuto reciproco.

Commenti

  • Ospite
    giorgio 22 Luglio 2013

    meglio tardi che mai

    leggo del progetto degli orti sociali.Che dire se non evviva abbiamo inventato l'acqua calda !! Da troppe parti ci siamo dimenticati delle cose più semplici presi a inseguire troppo mercato globale ,finanza creativa (di fregature), certo il mondo và avanti, deve farlo ma conciliamo il nuovo con ciò che il vecchio sa' dare, impariamo a usare la modernità e non farci usare.Se poi a questo progetto si affianca produzione di energia elettrica solare o minieolico sarebbe un ottimo connubio.

Lascia il tuo commento

Ospite
Ospite 20 Dicembre 2014

Cerca

Scarica GRATIS il calendario "di stagione" 2015

Social