• Home
    Home Questo è dove potete trovare tutti i post del blog in tutto il sito.
  • Categorie
    Categorie Consente di visualizzare un elenco di categorie di questo blog.
  • Tags
    Tags Consente di visualizzare un elenco di tag che sono stati utilizzati nel blog.
  • Bloggers
    Bloggers Cerca il tuo blogger preferito da questo sito.
  • Team Blogs
    Team Blogs Trova il tuo blog collettivi preferiti qui.
  • Accesso
    Login Modulo Login

Torta della nonna senza latte e uova (vegan)

torta-della-nonna

In un grigio sabato romano mi sono cimentata nella realizzazione di una torta della nonna in versione vegan che propongo anche a voi. Può essere utile tra l'altro agli allergici o intolleranti a latte e/o uova che non possono più mangiare la versione originale di questa torta a base di pasta frolla, crema e pinoli!

Prepararla è abbastanza semplice. Ecco come ho fatto:

PASTA FROLLA

Per prima cosa occorre preparare la pasta frolla, per realizzarla ho seguito la ricetta di Simone Salvini contenuta nel libro “I dolci della salute” a cui ho fatto una piccola modifica:

300 grammi di farina tipo 2 (nella ricetta originale sono 150 gr. di farina 0 e 150 gr. di farina integrale)
50 grammi di fioretto di mais
75 grammi di olio di mais
150 g di malto di riso oppure d’orzo
½ bustina di cremor tartaro
1 scorza di limone tritata finemente

pasta-frolla-vegan

Come avrete notato questa pasta frolla si realizza senza zucchero, il malto o lo sciroppo di riso dolcificano altrettanto bene, ma se volete comunque utilizzare lo zucchero di canna perché vi è più comodo o lo avete già in casa basta pesarne circa 120 gr.

Vediamo come preparare la pasta frolla: da un parte miscelate insieme tutti gli ingredienti secchi, dall’altra invece olio e malto. A questo punto unite insieme il tutto e impastate per alcuni minuti fino a che la consistenza non diventa abbastanza compatta e uniforme (se vi sembra che non si amalgami bene o che rimanga troppo asciutta potete aggiungere anche un goccio di latte vegetale). Formate poi una palla, ricopritela con della pellicola e lasciatela riposare per circa un’ora a temperatura ambiente. Trascorso il tempo con l’aiuto di un mattarello stendetela fino a che non raggiunga lo spessore di qualche millimetro. Ungete una teglia rotonda di 24-28 cm (dipende da quanto la stendete fina), trasferiteci sopra la pasta e lasciatene un pochino da parte per creare il cordoncino intorno alla crostata. Con una forchetta forate la base e poi infornate a 175° per 10-15 minuti (a seconda del forno). Lasciatela infine raffreddare prima di farcirla.

LA CREMA
Per realizzare la crema ho seguito la ricetta della crostata di frutta vegan che trovate qui sempre con qualche modifica:

300 grammi latte di riso (o soia)
1 cucchiaio di malto o sciroppo di riso o orzo (in alternativa 60 gr di zucchero integrale di canna)
2 cucchiai di fecola di patate
Scorza di 1 limone
Un pizzico di zafferano

crema-vegan

Per prepararla basta unire fecola e malto (o zucchero) in un pentolino messo sul fuoco basso e aggiungere piano piano il latte e la scorza di limone, mescolando con un cucchiaio di legno fino a che, dopo essere arrivata ad ebollizione, la crema non raggiunge la densità desiderata (attenzione a non creare grumi). A questo punto ho aggiunto un pizzico di zafferano per rendere la crema un po’ più gialla. Una volta pronta prima di farcire lasciatela raffreddare.

Non resta ora che unire la crema alla base di frolla e spolverare di pinoli. Personalmente ho rimesso un attimo in forno il tutto per far abbrustolire un po’ sia la crema che la frolla ma questo è un passaggio che non credo tutti facciano! A voi la scelta...

Buona merenda!
Alla prossima
Francesca

Seguite il mio blog anche su Facebook, iscrivetevi alla pagina NaturoMania !
Twitter: NaturoManiaBlog

Vota:

Commenti

  • Ospite
    Laura 10 Marzo 2014

    Miele come dolcificante

    Ciao Francesca, ti chiedo se al posto del malto o zucchero si può utilizzare il miele, e se si quanto consigli. Ti chiedo inoltre come mai il miele viene utilizzato poco in favore di altri dolcificanti? Grazie mille

  • Francesca Biagioli
    Francesca Biagioli 13 Marzo 2014

    Ciao Laura, come ti ha spiegato Carlot, il miele nelle ricette vegan non viene utilizzato in quanto prodotto comunque da animali. Come dolcificanti naturali si preferiscono comunque i malti o anche lo sciroppo d'acero o d'agave anche perché il miele cotto tende a diventare un po' amaro.

  • Ospite
    carlot 10 Marzo 2014

    miele

    ciao, il miele non viene utilizzato perchè non è un prodotto vegano, in quanto sfrutta l'uso di animali per essere prodotto.

  • Ospite
    Pedra 30 Maggio 2014

    miele

    scusate, ma vorrei dire che riguardo al miele nn sono d'accordo, Molti anni fa,quando i miei figli erano piccoli,avevamo 3 arnie,se ne occupava mio marito io lo aiutavo durante la smelatura. Le api stavano molto bene,venivano curate con amore e producevano un ottimo miele biologico di acacia e castagno. Non c'era da parte nostra nessun tipo di sfruttamento. Vi assicuro che nessuno di noi ha mai avuto l'influenza durante quegli anni! Purtroppo non le abbiamo più. Il miele è uno degli alimenti più antichi, da sempre se ne riconoscono le proprietà... In medio stat virtus (Orazio)

  • Ospite
    carlot 30 Maggio 2014

    ciao!

    in medio stat virtus, hai ragione!
    ma se definisci una torta vegan, non puoi usare il miele.
    perchè vegan vuol dire che non sfrutti gli animali in nessun modo: per esempio non puoi usare la lana, o le vecchie pellicole perchè contengono colla di pesce.
    quando dici che non c'era nessun tipo di sfruttamento da parte vostra, non sei completamente corretta: le api facevano il miele con un altro scopo, di sicuro non per darlo a voi.

  • Ospite
    Pedra 30 Maggio 2014

    forse non sai che il miele che si preleva è solo quello che le api hanno in più rispetto alle loro necessità. non ho la presunzione di essere corretta,anzi sbaglio si può dire tutti i giorni, e tu?..non sono vegana, semplicemente mi piace interessarmi di un po' di tutto, x questo vado a curiosare qua e là e magari imparare qualcosa, tutto qua....Buona salute!

  • Ospite
    Laura 18 Marzo 2014

    Scusatemi! Mi sto avvicinando! Allora altra domanda: volendo utilizzare il succo d'acero che mi pare sia tra i dolcificanti il più "accessoriato"resiste alla cottura?
    Grazie mille!

  • Francesca Biagioli
    Francesca Biagioli 24 Marzo 2014

    Si si c'è chi lo usa... per un torta classica di solito si utilizzano 100-150 gr, qui non saprei il dosaggio esatto però, bisognerebbe provare...

  • Ospite
    carlot 30 Maggio 2014

    pedra

    guarda che io non ho nessuna intenzione di avere sempre ragione oppure di litigare con te :)
    neanche io sono vegana :)
    con il tuo ragonamento però allora si potrebbe anche bere il latte, se la mucca vive bene e scorrazza per i prati.
    Ma i vegani non mangiano o utilizzano nulla di origine animale: quindi visto che il miele è prodotto dagli animali e non dai vegetali, allora non possono mangiarlo oppure come in questo caso, se la torta contenesse miele non potrebbe essere definita vegana.
    non sto discutendo di proncipi o contenuti, ma di definizioni.
    tu puoi non essere d'accordo con il principio, ma non con la definizione.
    ciao

Lascia il tuo commento

Ospite 24 Settembre 2014

Cerca

Social

Questo lo faccio io!