[Alt-Text]
  • Home
    Home Questo è dove potete trovare tutti i post del blog in tutto il sito.
  • Categorie
    Categorie Consente di visualizzare un elenco di categorie di questo blog.
  • Tags
    Tags Consente di visualizzare un elenco di tag che sono stati utilizzati nel blog.
  • Bloggers
    Bloggers Cerca il tuo blogger preferito da questo sito.
  • Team Blogs
    Team Blogs Trova il tuo blog collettivi preferiti qui.
  • Accesso
    Login Modulo Login
Isy

Isy

Sono laureata in Scienze Naturali e specializzata in botanica. Viaggiando in lungo e in largo il nostro bellissimo pianeta mi sono resa conto che le persone e le esperienze sono i libri migliori da leggere. Amo scavare nei ricordi e nelle tradizioni, imparare della culture lontane e passare il tempo all'aria aperta. Fotografo e raccolgo erbe spontanee o che coltivo io stessa, che poi trasformo in cibi, cosmetici, medicamenti...

 b2ap3_thumbnail_A1.jpg

L'Anko, ovvero la pasta dolce di fagioli azuki rossi, in Giappone è uno degli ingredienti fondamentali della pasticceria tradizionale, quella ancora non invasa dai dolci a base di latte occidentali. 

I fagioli utilizzati per fare questa confettura sono impropriamente chiamati "soia rossa" o fagioli azuki (Vigna angularis), che in realtà con la soia gialla (Glycine max) non hanno nulla a che fare appartenendo a specie e genere differenti. Nella cucina orientale i fagioli azuki sono comunemente mangiati zuccherati, e io che purtroppo non amo molto i fagioli, sono golosissima di un dolce giapponese confezionato con questa pasta di fagioli zuccherata: delle tortine di pasta a the verde ripiena di anko e ricoperta di sesamo prima di essere fritta.

b2ap3_thumbnail_2_20141209-161209_1.jpg

Una pioggia di cachi (o kaki)...quest'anno i cachi sono arrivati abbondanti nella mia cucina dagli alberi di amici e parenti desiderosi di condividere tanta ricchezza.  Dopo l'entusiasmo iniziale, ed aver fatto colazione e merenda quasi per un mese con questi dolcissimi frutti, devo dire che il entusiasmo è leggermente scemato, ma loro continuavano e continuano ad arrivare: vengono raccolti acerbi, per poi essere messi a maturare in una sacco chiuso insieme alle mele: in pochi giorni, per effetto dell'etilene emesso dalle mele, i cachi maturano perfettamente. Funziona anche con le banane! Non parlo dei cachi mela, ma dei comuni cachi loto a polpa morbida.

Commenti recenti - Mostra tutti i commenti
  • Claudia
    Claudia dice #
    Ottima ricetta, abbiamo tanti cachi e sono sempre alla ricerca di ricette nuove e salutari da provare! Ottima l'idea della lucuma!
  • Grazia
    Grazia dice #
    un gelato semplice e salutare! di quelli che piacciono a me! ottima idea!
  • Luana
    Luana dice #
    Credo che questo gelato debba essere molto buono. Mi piacerebbe molto assaggiare la Lucuma :-)

b2ap3_thumbnail_df.jpg

Nel fantastico video che vi propongo, potete non solo sentire il suono della musica, ma anche vederlo.

Il principio per cui le onde sonore propagandosi nell'aria influenzano anche la materia, è visibile con dei semplici esperimenti ed è una vera e propria scienza, chiamata cimatica.

Commenti recenti - Mostra tutti i commenti
  • floriano vassallo
    floriano vassallo dice #
    sorprendente
  • nadia
    nadia dice #
    Fantasticoooo

b2ap3_thumbnail_c.jpg

Ho scoperto il daikon questo autunno ed è diventata una delle mie radici preferite. L'ho utilizzato in insalata e il prossimo sarà cucinato seguendo i consigli che tanti di voi mi hanno dato.  Un altro esperimento riuscito a crudo è quello di utilizzarlo per fare centrifugati pieni di sostanze nutritive benefiche per il nostro organismo.

b2ap3_thumbnail_d_20141113-161837_1.jpg

Inizia il periodo in cui è bene aver pronti in casa degli efficaci rimedi naturali per combattere le malattie da raffreddamento, in caso non riusciamo a prevenirle con una corretta alimentazione e uno stile di vita salutare. Le piante ci danno un aiuto importante per questo, sono i miei e ho sperimentato negli ultimi anni alcuni rimedi efficaci, testati anche da voi con successo, come la tisana solubile al miele limone e zenzero (dove è il miele ad estrarre e conservare i principi attivi delle piante).  Il sidro di fuoco è una ricetta che sfrutta le proprietà di piante comunemente utilizzate per l'alimentazione, ognuna con un grande potere antibatterico e antivirale, che si combina con le altre grazie all'estrazione dei loro principi da parte dell'aceto di mele. Alla fine otterremo una specie di tintura non alcolica, a funzione antibiotica e antivirale, da sorseggiare in caso di infezione. Testata su me stessa messa k.o. da un tremendo raffreddore con tosse e dal mio compagno che in più aveva la febbre molto alta. 

Preparatevi a sudare!

Commenti recenti - Mostra tutti i commenti
  • Anna
    Anna dice #
    Ciao, trovo questa ricetta molto interessante e ho già provveduto a preparare la prima fase. Ora mi chiedevo, con queste dosi quan
  • Isy
    Isy dice #
    Dunque, un po' più di mezzo litro direi, io l'ultimo fatto non l'ho ancora filtrato, sto usando ancora quello fatto quest'estate..
  • ksenia
    ksenia dice #
    Articolo scritto veramente bene!! complimenti!!!

Inviato da il in Alimentazione naturale

b2ap3_thumbnail_sa.jpg

Oggi vi voglio parlare di due piante diverse, appartenenti alla stessa famiglia botanica, con radici eduli di sapore simile, utilizzate sia per il loro gusto forte e piccante, che per le loro proprietà benefiche.  Nel prossimo articolo vi insegnerò come utilizzarle per preparare un efficace rimedio contro influenze e malattie da raffreddamento in generale.

Ho trovato per la prima volta al supermercato delle radici di rafano (Armoracia rusticana), una pianta perenne della famiglia delle Brassicaceae (che comprende anche senape, broccoli, cavoli, rucola, ravanelli, daikon... ).

b2ap3_thumbnail_bef8b368-0af5-455e-b251-318e936649c9.jpg

Un notizia molto interessante, che mi sta facendo pensare: a partire dal 2017, nei supermercati americani, e poi mondiali, potrebbe essere possibile acquistare MUUFRI, un latte che ha lo stesso sapore di quello vaccino, ma che con le mucche non ha nulla a che fare. Due giovani bioingegneri della Silicon Valley hanno ricevuto un finanziamento di 2 milioni di dollari per la loro startup, e stanno cercando di produrre il primo bicchiere di latte artificiale, creato in laboratorio a partire da colture di lieviti geneticamente modificati. Sono entrambi vegani e hanno intenzione con la loro scoperta (oltre che possibilmente di arricchirsi), di trasformare la vita di miliardi di vacche che vivono in condizioni orrende e l'impatto ambientale degli stessi allevamenti sul nostro pianeta. 

Commenti recenti - Mostra tutti i commenti
  • Marika
    Marika dice #
    Ottima proposta, che muove verso un'idea di ricerca (e di start-up) dai tratti non solo etici, ma anche innovativi. Insomma, lo st
  • Al. Tro
    Al. Tro dice #
    Ti riferisci al mio commento? Penso di essere stato frainteso anzi credo che le mucche e il loro latte abbiano piu' dignita' di u
  • Al. Tro.
    Al. Tro. dice #
    Scusate, ma questo lievito e' OGM a tutti gli effetti, non capisco perche' lodare il lievito OGM e demonizzare i mangimi OGM. E p

b2ap3_thumbnail_2_20141107-150309_1.jpg

Oggi ho voglia di CIOCCOLATO. A me capita raramente, non sono una gran consumatrice di questa delizia, ma quando ne sento il bisogno cerco di soddisfarlo immediatamente cucinando qualcosa di buono e sano (senza glutine, latticini, uova, soia, lievito), prima di uscire e svaligiare una pasticceria. Oggi avevo poco tempo e nessuna voglia di accendere il forno per fare la mia torta cioccolatosa preferita, quindi mi sono dovuta ingegnare.

Commenti recenti - Mostra tutti i commenti
  • Elisa
    Elisa dice #
    Buongiorno, ho sperimentato questo pomeriggio la ricetta! Assolutamente ottima, sopratutto per farcire bignè e piccoli biscotti al
  • MaVi
    MaVi dice #
    Proprio buona! Ho già sperimentato la crema di patata dolce con cacao e anche carruba, nel mio sito ho pubblicato tempo fa una che
  • Isy
    Isy dice #
    Grazie per i suggerimenti e le informazioni! La prossima volta che vado in Puglia chiederò!

http://www.bbc.co.uk/food/daikon

L'autunno porta con se nuovi frutti e ortaggi di stagione. A colpire la mia attenzione al supermercato (oltre al sedano rapa, che per ora mi spaventa ancora un po') dei grossi carotoni bianchi allungati, che ho trovato sotto il nome di "raponi bianchi lunghi", "rape lunghe" ecc...

b2ap3_thumbnail_foto_20141104-183321_1.JPG

Il suo nome scientifico è Raphanus sativus varietà longipinnatus   ed è chiamato anche ravanello cineseravanello giapponese...quindi è il daikon (il mitico carotone bianco che vedevo cucinare nei cartoni giapponesi degli anni 80!). Dovevo per forza portarne a casa uno.

Commenti recenti - Mostra tutti i commenti
  • Annamaria fiorellino
    Annamaria fiorellino dice #
    Grazie Giusy dell'informazione. Ci andrò sicuramente. Annamaria
  • Annamaria fiorellino
    Annamaria fiorellino dice #
    Qualcuno mi sa dire a Roma zona centocelle dove posso trovare il Diakon grazie annamaria
  • Giusi
    Giusi dice #
    ciao Annamaria, a Roma, in genere lo trovi nei negozi che vendono prodotti vegan, natura si, biologici.....

b2ap3_thumbnail_2ok_20141104-162651_1.jpg

Autunno per me significa anche...kaki a colazione! Come tutti, ho sempre mangiato i frutti maturi, molli e dolcissimi del Diospyros kaki, un albero bellissimo proveniente dall'Asia che cresce perfettamente nei climi temperati anche del nostro paese. Sono già diversi anni che nei supermercati vedo dei kaki lucidi e allungati, duri al tatto, che non ho mai acquistato per il timore di non riuscire a portarli a maturazione o di assaggiare qualcosa di astringente che mi avrebbe lasciato la lingua felpata per ore.

b2ap3_thumbnail_3ok.jpg

In realtà i kaki mela, sono una varietà differente a polpa soda, che si consuma esattamente come si fa per una bella mela matura.

Commenti recenti - Mostra tutti i commenti
  • angela
    angela dice #
    Sono pugliese e in Puglia si mangiano degli ottimi cani mela dolci, croccanti e un po' marroni alla interno. Vivo al nord e non ca
  • casette da giardino in legno
    casette da giardino in legno dice #
    devo dire che si parecchia fatica a trovarli, anche nella GDO...
  • Isy
    Isy dice #
    Si e sono costosetti...

Cerca

Scarica GRATIS il calendario "di stagione" 2015

Social