ilva taranto

Ilva di Taranto: in migliaia ieri hanno partecipato alla marcia su salute e ambiente organizzata dal sito Cosmopolis. Un percorso che, a piedi, ha collegato la biopiazza di Statte al capoluogo tarantino. 

Leggi tutto: Ilva di Taranto, in migliaia alla marcia per la salute e l’ambiente

ecosistemaurbano2013

Ambiente: poco meno della metà della popolazione italiana (il 45%) ha dichiarato nel 2012 di incuriosirsi di tematiche ambientali e 8 cittadini su 10 si informano a riguardo soprattutto attraverso la tv e la radio. È il quadro che emerge dal report ISTAT Popolazione e ambiente: comportamenti valutazioni e opinioni, che fotografa il rapporto che i cittadini italiani hanno con le problematiche legate all'ambiente. 

Leggi tutto: Le tematiche ambientali interessano solo metà degli Italiani. Inceneritori e discariche...

discarica-bussi

Livelli eccessivamente alti di mercurio sono stati rilevati nei capelli dei pescatori di Pescara grazie ad uno studio opera di Michele Amorena, farmacologo e tossicologo dell’Università di Teramo. La colpa è dei veleni della discarica di Bussi? A detta del professore ciò è molto probabile.

Leggi tutto: Discarica di Bussi: mercurio nel Mar Adriatico e nelle coltivazioni della zona

terremoto cile

Stamattina ci siamo svegliati con la brutta notizia del terremoto di magnitudo 8.2 che ieri alle 20.46 ora locale (1.46 in Italia) ha colpito il Cile. L’epicentro è stato nell’Oceano Pacifico al largo delle coste Nord dello stato sudamericano e ha scatenato di conseguenza (nel giro di 45 minuti) l'arrivo di onde alte più di due metri che si sono abbattute in particolare ad Iquique.

Leggi tutto: Terremoto in Cile di magnitudo 8.2, dichiarato lo stato di calamita' naturale

posedonia

Recuperare la Poseidonia che si accumula sulle spiagge in inverno per realizzare stuoie biodegradabili in grado di favorire il turismo sostenibile e la valorizzazione delle coste italiane. E' questo l'obiettivo del progetto GE.RI.N (Gestione Risorse Naturali) portato avanti dall'Enea giunto al termine della prima fase di sperimentazione in Sicilia. 

Leggi tutto: Ecco come recuperare la Poseidonia che si accumula nelle spiagge

non aereoporto

Abbattere 45 ettari di foresta per costruire un secondo aereoporto a Nantes quando il primo è sottoutilizzato. Ma i francesi dicono no e proteggono la loro Terra con tutti i mezzi possibili. Non solo attraverso la costituzione di un vero e proprio ecovillaggio alternativo nell'area in cui dovrebbe sorgere lo scalo, ma anche scendendo in piazza uniti e compatti.

Leggi tutto: L'inutile aeroporto di Nantes che minaccia la foresta

Fonte foto: Thenewsof.com

Cambiamenti climatici e global warming: quanto è preparato il mondo intero? Ancora troppo poco. Ancora troppo poco, infatti, conosciamo (la classe politica in primis) i rischi imminenti delle emissioni di gas serra, di un clima che cambia così repentinamente e dei problemi che, in tutto il pianeta, un giorno potranno verificarsi. Tuona quasi come un ultimatum il rapporto dell'Ipcc (Intergovernamental Panel on Climate Change), l'organismo dell'Onu che analizza il riscaldamento globale premiato col Nobel della pace nel 2007. 

Leggi tutto: Cambiamenti climatici: sono prodotti dall'uomo. Il nuovo rapporto Ipcc dell'ONU

Cerca

Social

La mia Casa Ecopulita