Piu' informazioni su: terremoti emilia romagna

Terremoto-emilia-romagna

Terremoto in Emilia Romagna, neanche oggi gli sfollati sono riusciti a dormire sonni tranquilli a causa del continuo tremore che dura ormai da 12 giorni. Questa notte il numero di scosse sismiche registrato dall'INGV è stato di 29.

Per fortuna non hanno superato i 3 gradi, ma non basta questo a rassicurare chi vive in allerta dal 20 maggio scorso. E nella notte ha tremato ancora anche la costa calabrese e campana, dove nel golfo di Policastro è stata registrata una scossa di magnitudo 3 a 8.7 km di profondità. Ad avvertirla sono stati gli abitanti dei comuni di Ispani, San Giovanni a Piro e Sapri (SA), e di Maratea (PZ) ma non ci sono stati danne a cose o a persone.

Intanto, in Emilia è salito a 17 il numero delle vittime dopo il ritrovamento del corpo di uno degli operai dispersi, rimasto schiacciato sotto le macerie dei capannoni di una fabbrica di Medolla. I feriti sono 350 e gli sfollati 13mila. La Regione Emilia Romagna ha inoltre diffuso l'elenco con i loro nomi: Mauro Mantovani morto a Mirandola; Iva Contini, Daniela Salvioli ed Enzo Borghi a Cavezzo; Sergio Cobellini a Concordia; Gianni Bignardi, Kuman Pawan e Muhamed Arzak a San Felice; Paolo Siclari, Giordano Visconti, Biagio Santucci e Matteo Serra a Medolla; Li Hongli Zhou, Enea Grilli, Eddy Borghi e Vincenzo Iacono a Mirandola; Don Ivan Martini a Rovereto di Novi.

Ieri si è riunito il Consiglio dei Ministri per discutere sugli aiuti da fornire alla Regione. È stato approvato un pacchetto di misure per la ricostruzione: risorse per case, imprese e beni culturali ma anche incentivi alle imprese, contributi a fondo perduto e sospensione degli sfratti. Di esso fa parte anche la deroga al patto di stabilità per i Comuni colpiti.

Lo stato di emergenza è stato esteso anche alla provincia di Reggio Emilia. "Un passo in avanti importante", ha commentato il presidente Vasco Errani. Intanto le altre Regioni hanno destinato circa 120 milioni all’agricoltura dell’Emilia-Romagna.

Per lunedì 4 giugno è proclamata una giornata di lutto nazionale.

Francesca Mancuso

Leggi anche:

Terremoto in Emilia: come aiutare

Aggiungi commento

Le idee e le opinioni espresse dai lettori attraverso i commenti a non rappresentano in alcun modo l'opinione della redazione e dell'editore. Gli autori dei messaggi rispondono del loro contenuto.

Codice di sicurezza
Aggiorna

Cerca

Social