Piu' informazioni su: e-cat fusione fredda andrea rossi

account_suspendend

Cos'è questa strana immagine? È quello che abbiamo visto questa mattina, quando abbiamo tentato di visitare il blog Journal of nuclear Physics. L'unica fonte di informazione sull'E-Cat, almeno per il momento ha cessato di esistere. Qui lo stesso Andrea Rossi ha risposto ai quesiti posti dagli utenti di tutto il mondo, ma pare che anche tale possibilità sia stata eliminata.

"This account has been suspended" si legge sul sito. Ma cosa sarà successo? Boicottato? Censurato? Colpito da qualche tiro mancino di un hacker a cui non andava a genio l'idea del miracolo energetico promesso dall'E-Cat? O semplicemente chi di dovere avrà dimenticato di pagare la quota annuale al provider per lo spazio web?

Intanto l'Università di Bologna sembra aver preso le distanze dalla scoperta, e in un comunicato diffuso sul suo sito ha precisato la propria posizione riguardo agli esperimenti condotti dalla società Leonardo Corp. Il clamore internazionale suscitato dagli esperimenti, come testimonia anche il servizio pubblicato su FoxNews.com e molti altri articoli apparsi sulla stampa internazionale, hanno spinto l'ateneo ad una precisazione. L'Università di Bolgona ha dichiarato pertanto di "non essere coinvolta negli esperimenti sull'E-Cat condotti dalla società Leonardo Corp. di proprietà di Andrea Rossi".

Sottolinea inoltre che presso l'ateneo non si è mai svolto alcun esperimento relativo all’E-Cat si né il 28 ottobre 2011, né in date precedenti, né è stato condotto da ricercatori dell'Università.

Fermo restando che qualora fosse accertato il funzionamento dell'E-Cat, l'ateneo ha dato la propria disponibilità allo svolgimento degli esperimenti, non appena sarà siglato anche il contratto con la EFA SrL, la società italiana di Andrea Rossi. "A questo scopo erano presenti agli esperimenti, in qualità di osservatori, i ricercatori dell’Università di Bologna" si legge nel comunicato. Ma cosa sta accedendo? Perché la tanto osannata macchina dei miracoli vola dalle stelle alle stalle da un giorno all'altro?

Intanto, oggi, il Professor Sergio Focardi sarà relatore di una conferenza sull'argomento, "La fusione fredda è diventata realtà?" che si svolgerà a Bologna, alle 17.30 presso la Biblioteca Roberto Ruffilli.

Come più volte abbiamo sottolineato, non siamo in grado di fornire risposte su un argomento così caldo. Ricordiamo che qualora l'E-Cat funzionasse, come sostengono i suoi ideatori, sarebbe la rivoluzione energetica che risolverebbe gran parte dei problemi che oggi affliggono il pianeta, dicendo addio al petrolio. Ma se non fosse così? Se fosse stata tutta una bufala?

Ma al di là della personalità di Rossi, che non spetta a noi giudicare, la domanda rimane? L'E-Cat funziona davvero? E se sì, perchè trincerarsi dietro ad un silenzio carico di mistero?

Francesca Mancuso

Commenti   

 
ale
+1 #7 ale 2011-11-12 07:16
non sarà mica che questo e-cat cominci a far paura anche al resto del business eco (pannelli solari, eolici e quant'altro) ed a chi ne è in qualche modo coinvolto come voi?
Citazione | Segnala all'amministratore
 
 
Stefano P.
+2 #6 Stefano P. 2011-11-11 15:49
@Francesca
un pò di vergogna no eh?
Come si fa a scrivere un titolo così "l'Università di Bologna prende le distanze dall'E-cat", quando semplicemente Unibo ha puntualizzato l'errata dichiarazione di Foxnews sul sito dell'esperimento, ma ribadendo ancora una volta che "continua a seguire con grande attenzione l'evolversi della situazione"?
Complimenti
Citazione | Segnala all'amministratore
 
 
sa
0 #5 sa 2011-11-11 15:23
La risposta a tutti i vostri dubbi è semplice : Rossi ha il brevetto nazionale ma non quello internazionale.
Citazione | Segnala all'amministratore
 
 
Susanna
-1 #4 Susanna 2011-11-11 08:12
Intanto il tempo passa e Rossi non ha ancora attivato il contratto di ricerca. Ha sempre sostenuto che l'avrebbe fatto dopo la vendita dell'impianto da 1MW.
Ora cosa aspetta ?
Citazione | Segnala all'amministratore
 
 
mario
0 #3 mario 2011-11-11 00:20
Ma che dite alle 00:20 di oggi ven 11.11.11 il sito funziona senza problemi.
Il Rossi si sarà scordato di pagare il rinnovo annuale!
Ha troppi "gattini" da curare!
Citazione | Segnala all'amministratore
 
 
Renzo
+1 #2 Renzo 2011-11-10 23:36
Questo articolo e' una collezione di stupidaggini. 1) Ogni tanto Jonp va offline per un giorno, è già successo altre volte e poi ritorna. 2) Il comunicato stampa di Unibo è nato per le imprecisioni in alcuni articoli di lingua inglese in cui si diceva che l'università era pienamente coinvolta. Una precisazione doverosa ma tutt'altro che una presa di distanza come si può leggere nel comunicato, anzi l'interesse viene ribadito
Citazione | Segnala all'amministratore
 
 
www.fusioneafreddo.it
0 #1 www.fusioneafreddo.it 2011-11-10 22:45
Nel comunicato UNIBO parla di un contratto già siglato che deve essere ancora attivato.
Secondo me si è semplicemente affermato che l'ateneo non ha partecipato attivamente ai test ma solo come osservatore.
Nessuno scalpore, questo si sapeva già!
Il sito del journal of nuclear physics ora funziona normalmente
Citazione | Segnala all'amministratore
 

Cerca

Social

La mia Casa Ecopulita