randagio cina2

La randagina senza zampe Si Bao, il cui salvataggio aveva catturato cuori in tutto il mondo, ora ha un ruolo importante nella lotta contro la crudeltà verso gli animali. Il cane, che mendicava cibo per sé e per i propri cuccioli in una stazione ferroviaria cinese, è stato adottato felicemente ad Hong Kong e ora è diventato un ambasciatore per gli altri cani in difficoltà.

Leggi tutto: Si Bao: la cagnetta senza zampe ora adottata e testimonial delle campagne contro il randagismo

mujica-uruguay

Un presidente differente, capace fin dell'inizio di stare da parte della gente, per la gente. Il presidente dell'Uruguay José Mujica, conosciuto in tutto il mondo come "Il presidente povero", termina domenica i suoi cinque anni di mandato. L'immagine che lascia è quella di un uomo autentico, semplice, onesto e ottimo gestore della cosa pubblica, come nessun'altro al mondo, lasciando un segno indelebile per il Paese sudamericano (e non solo).

Leggi tutto: Jose' Mujica, termina il ciclo del presidente povero differente

braigo

Nella Silicon Valley, non è mai troppo presto per diventare un imprenditore. Basta chiedere al tredicenne Shubham Banerjee, che ha lanciato una società per sviluppare stampanti Braille a basso costo per i non vedenti. Vi ricordate di lui? Ve ne avevamo parlato lo scorso anno, quando la sua idea fece il giro del mondo, ma ora a credere nel progetto è stato il gigante dell'informatica Intel Corp., che ha recentemente investito in 'Braigo Labs'.

Leggi tutto: Intel produrrà la stampante braille creata coi Lego da un tredicenne

550,000 mila dollari. È l'enorme quantità di denaro donata durante i 5 anni di mandato dal presidente uscente dell'Uruguay José Mujica, conosciuto in tutto il mondo per la sua generosità e il suo umile stile di vita.

Leggi tutto: Mujica: il presidente povero dell'Uruguay ha donato 550mila dollari durante il suo mandato (VIDEO)

elefante libero

Non c'è più bisogno di piangere, Raju. L'elefante indiano le cui lacrime hanno catturato i cuori di milioni di persone in tutto il mondo è finalmente libero dai suoi aguzzini. Tenuto in catene e picchiato per più di 50 anni, l'animale ha vinto la battaglia legale contro i suoi ex-proprietari che avevano tentato di riprenderselo dopo la sua liberaione, insistendo sul fatto che era loro 'legittima proprietà'.

Leggi tutto: Raju, 'elefante che piangeva e' finalmente libero

Cerca

Social