zeer_frigo_terracotta

Un’idea davvero green per mantenere al fresco le vostre bevande? Eccola qui: il frigo in terracotta, che fa risparmiare sulla bolletta e azzera l’impatto ambientale.  

Questo particolare frigorifero è un strumento semplice, economico e sicuro per refrigerare le vostre bevande anche nei giorni più caldi ed è decisamente ecosostenibile, perché funziona senza elettricità, soprattutto nei luoghi in cui non c’è troppa umidità.

zeer_fai-da-te

Ma come si presenta questo frigo alternativo? È in realtà un grande vaso all’interno del quale viene inserito un vaso più piccolo – un po’ come il gioco delle matrioske - ed è stato battezzato Zeer dal professor Mohammed Bah Abba, che l’ha realizzato, ispirandosi probabilmente ai vecchi contenitori utilizzati nell’antico Egitto, per refrigerare cibi e liquidi, e usato ancora oggi nei Paesi in via di sviluppo dove non c’è elettricità.

Potete realizzarlo anche voi: vi occorrerà soltanto:

  • dell’acqua,
  • due vasi da fiori di terracotta, (uno più grande e l’altro piccolo, in modo che possano andare uno dentro l’altro),
  • un po’ di sabbia,
  • un asciugamano grande o un panno molto grande e appena 10 minuti di tempo!
1) Prima di tutto, stendete e sistemate 3-4 centimetri di sabbia sul fondo del vaso grande; non preoccupatevi dei buchini che ci sono alla base, se stendete e pressate con forza la sabbia, aiutandovi con un pochino d’acqua, si formerà una base dura e resistente in grado di creare una barriera salda e compatta. 

Accertatevi quindi che la sabbia sia ben pressata, poi inseriteci all’interno l’altro vaso.

2) In seconda battuta, dovete riempire il vaso di sabbia: in sostanza, una volta inserito il vaso piccolo all’interno di quello grande, dovete continuare ad aggiungere sabbia e riempire tutto lo spazio che resta tra il perimetro esterno del vaso piccolo e quello interno del vaso grande: bisogna quindi colmare con la sabbia tutta l’intercapedine, in modo che il vaso più piccolo resti in piedi e sia ben stabile all’interno di quello grande.

3) A questo punto, bagnate con abbondante acqua la sabbia che si trova tra i due vasi e ripetete l’operazione ad intervalli, mano a mano che l’acqua verrà assorbita dalla sabbia. La prima volta che farete questa operazione l’acqua dovrà coprire tutta la sabbia e ad un certo punto vi sembrerà di aver esagerato con la quantità di acqua, perché la sabbia tenderà quasi a sprofondare; in realtà questa è una fase chiave per la buona riuscita dell’effetto “frigorifero”, perché il liquido che resterà in superficie sarà quello che poi evaporerà con il vento e con il sole, mentre l’acqua che è scesa in profondità garantirà il fresco alle vostre bibite.   

frigorifero terracotta

4 Coprite adesso con un asciugamano o un panno molto grande tutta la struttura e dopo circa un’ora troverete bevande refrigerate pronte da bere! 

Verdiana Amorosi
 
1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Voto 70% (1 Voto)

Commenti   

Nicola
0 #2 Nicola 2014-08-24 14:27
Confermo. È l'equivalente di una normalissima borsa frigo (che non refrigera ma semplicemente evita che bevande già fredde possano scambiare calore con l'esterno) ma è fragile e non può essere spostato... Che significa che le cose da tenere al fresco devono essere relativamente vicine al frigo vero, altrimenti nel trasporto fino al vaso di terracotta si riscaldano.
Citazione | Segnala all'amministratore
Pasquale
+3 #1 Pasquale 2014-06-15 12:39
Tutt'altro che green, un pure e semplice spreco di acqua.

Dopo circa un ora avrete le vostre bevande refrigerate... sarei interessato a capire che concetto avete di refrigerate!

Bufala!
Citazione | Segnala all'amministratore

Cerca

Social